Chaz, Chaz Davies

Superbike Laguna Seca Gara 2: Davies il ritorno, Rea fuga Mondiale

Il gallese torna al successo dopo 15 mesi portando il sorriso nel box Ducati affranto dal disastro di Alvaro Bautista. Jonathan Rea adesso è a + 81 punti

14 luglio 2019 - 23:36

Chaz Davies ha dominato la gara finale della Superbike a Laguna Seca (California) consolando la Ducati che però perde terreno Mondiale che manca dal lontano 2011. Jonathan Rea, pupillo Kawasaki, stavolta non è stato in grado di arginare lo scatenato pilota gallese, ma porta a casa un secondo posto che vale oro. Alvaro Bautista, capitano Ducati, si è infatti ritirato al secondo giro per il dolore alla spalla sinistra infortunata nella precedente Superpole Race. Lo spagnolo era volato via anche nella gara di sabato, per cui incappa in un clamoroso nulla di fatto permettendo a Jonathan Rea di portarsi a +81 punti di vantaggio in classifica. Dopo i due mesi di pausa estiva resteranno quattro round, per complessivi 248 punti in palio. Ma il nordirlandese, da quattro anni campione del Mondo, è andato a podio 22 volte in 25 gare: sarà difficile rimontarlo.

CHAZ DAVIES CHE RITORNO

Era da Aragon 2018, cioè quindici mesi fa, che Chaz Davies non saliva sul gradino più alto del podio. Per il 32enne gallese si tratta del 30° successo iridato. Rea, perso il vantaggio della pole alla prima curva,  ha provato a punzecchiarlo al secondo giro, ma ha trovato pane per i suoi denti. Davies era velocissimo e il secondo posto troppo prezioso per rischiare al massimo contro un avversario ormai fuori dai giochi iridati. Sul podio anche in questa occasione il 22enne turco Toprak Razgatlioglu, ambitissimo sul mercato piloti 2020.

BAUTISTA ADDIO AL MONDIALE?

Dopo la caduta Alvaro Bautista era stato dichiarato abile alla corsa, nonostante una lesione acromion claveare alla spalla destra. Il 34enne spagnolo si è regolarmente schierato, con l’arto protetta da un vistoso bendaggio. Scattato dalla quarta fila, causa il ritiro della Superpole Race, Alvaro Bautista ha alzato bandiera bianca dopo appena due giri. E’ stato l’epilogo di un weekend terribile calato come una mannaia sulle speranze Mondiali. Nelle ultime dieci gare Bautista si è ritirato sei volte!

MELANDRI NONO

Marco Melandri ha chiuso con un nono posto in rimonta il primo week end da virtuale ex pilota. Martedi precedente infatti l’ex iridato della 250GP ha annunciato il ritiro dal Mondiale, a fine campionato. Scattato dalla 17° posizione, Melandri ha preceduto Michael Rinaldi, satellite  Ducati. E’ arrivato in fondo (12° posto) anche Eugene Laverty, partito con il polso destro ancora semibloccato per il grave infortunio di Imola due mesi fa. Voleva finire le tre gare, l’irlandese, e c’è riuscito.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”