Superbike Rea

Superbike Jerez, Prove 2: Rea risponde a Toprak rifilandogli sette decimi

Uno a uno e palla al centro nel venerdì Superbike a Jerez: il Cannibale risponde a Razgatlioglu (7°) rifilandogli quasi sette decimi con un super tempone

24 settembre 2021 - 15:48

La seconda sessione di prove libere a Jerez se la aggiudica Jonathan Rea. 1-1 e palla al centro, dopo che al mattino era stato Toprak Razgatlioglu il più rapido di tutti staccando un tempone. Nelle FP2 è invece il Cannibale a rimettere tutti in riga firmando un crono di notevole spessore (quattro decimi più veloce di tutti), precedendo un Michael Ruben Rinaldi sempre più in forma e alla riscossa.

Il Cannibale c’è, anche le Honda in top 5

Razgatlioglu insegue al pomeriggio e chiude in 7° posizione a quasi sette decimi da Rea ed è anche uno dei pochi a non migliorare il riferimento del mattino (1.40.0). Si fanno vedere ancora le Honda davanti: se al mattino solo Haslam era riuscito a ben figurare, nelle FP2 c’è anche Alvaro Bautista nonostante una caduta durante un giro veloce nelle battute finali. In mezzo alle HRC Scott Redding, a dimostrazione che anche le Ducati del team Aruba ci sono e si preparano ad attaccare. Si preannuncia un weekend rovente in Spagna: Rea è rapido anche sul ritmo gara e affila le armi, ma non potrebbero mancare le sorprese con gli outsider pronti a colpire.

Alleati in casa?

In miglioramento anche Alex Lowes, 6° al termine della giornata nonostante gli acciacchi. Il compagno di squadra di Rea chiude proprio davanti a Razgatlioglu, mentre il compagno di box del turco Andrea Locatelli è appena alle sue spalle con Garrett Gerloff a completare un terzetto Yamaha in 9° posizione. Inseguono invece le BMW, con Van Der Mark 10° e Laverty 13° a circa quattro decimi dall’olandese. Bassani, la grandissima sorpresa di Barcellona, è 11° con qualche problema tecnico sul finale, Loris Baz invece alla sua prima apparizione con Go Eleven chiude appena dietro a quasi un secondo e mezzo dal riferimento delle FP2.

Gran finale in Indonesia, buone notizie in arrivo?

Dopo Jerez la Superbike si sposterà nella vicina Portimao (Portogallo), poi a metà ottobre volerà in Argentina. Resta ancora da confermare il gran finale a Mandalika, in Indonesia. Voci sempre più insistenti danno per certa l’effettuazione della gara, che sarebbe anche la prima in assoluto ospitata dal tracciato in via di costruzione sull’isola di Lombok. I lavori sono in via di ultimazione e Dorna sta per dare via libera all’operazione: l’annuncio della conferma sarebbe imminente. Visto che ogni round assegna 62 punti, è fondamentale sapere quanti ne mancano da qui alla fine.

Sabato la prima sfida

Il programma di Jerez continuerà sabato 25 settembre con la FP3 (ore 09:00), la Superpole (11:10). Gara 1 prenderà il via alle 14, qui gli orari TV dell’intero fine settimana. Ricordiamo che nell’edizione 2020 a Jerez si sono registrati due successi di Scott Redding con la Ducati, in entrambe le gare lunghe. Nella Superpole Race si impose Jonathan Rea.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Silvio Tosseghini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022