Superbike, Jonathan Rea

Superbike: Guim Roda (Kawasaki) “Jonathan Rea lavoriamo ad un rinnovo lungo”

Jonathan Rea ha già rinnovato con Kawasaki? Guim Roda, numero uno di Kawasaki, è sibillino: "Siamo al lavoro per una relazione di lungo termine." Come Marc Marquez in Honda MotoGP

6 giugno 2020 - 13:23

Jonathan Rea va o resta? In mancanza di gare vere, l’attesa per il rinnovo del pentacampione con Kawasaki fa parlare media e appassionati. Il finale però sembra scontato. In MotoGP ci sono più aspiranti che moto (e i top team sono già al completo…),  in Superbike anche peggio. Perchè i posti liberi di qua ci sarebbero, ma mancano soldi. Solo Honda (forse) potrebbe permettersi di pareggiare gli 1,5 milioni (più lauti premi…) che Jonathan Rea incassa da Kawasaki. Ma in HRC hanno deciso di puntare su Alvaro Bautista, affiancargli il Cannibale sarebbe come accendere la miccia della polveriera. A meno di clamorosi colpi di scena, il numero uno resterà dov’è. E ci sono buone possibilità che il rinnovo sia cosa fatta da tempo. Intanto Kawasaki ha annunciato la conferma di Alex Lowes. La Superbike ricomincia il 2 agosto a Jerez. Guim Roda, capo della gestione sportiva  Kawasaki, sulla questione Jonathan Rea la pensa così.

“Marc Marquez ha rinnovato con la Honda HRC in MotoGP per altri quattro anni: c’è una logica. Jonathan Rea ha 33 anni, da quando è con noi in KRT ne ha vinti cinque di fila e, come minimo, prima di smettere ne vuole portare a casa altri tre. Sicuramente Kawasaki Heavy Industries e Jonathan Rea sono al lavoro per rendere possibile un accordo di lunga durata.” 

Mettiamo che Jonathan Rea non ci stia. Avete già un piano B?

“Nessun piano B. Il nostro obiettivo è Rea.”

Annuncerete la squadra 2021 alla ripresa del Mondiale? 

“Noi speriamo di si, ma non è una priorità”.

Da qui al 2 agosto, quanti test farete? 

“Abbiamo già programmato di essere a Misano (con Ducati e altri team, ndr) il 24-25 giugno. Il mese successivo, 8-9 luglio, gireremo al Montmelò” 

Nel 2021 Kawasaki omologherà un nuovo modello?

“E’ una decisione che devono prendere i giapponesi. Non lo sappiamo. Noi gestiamo la moto in pista, e faremo andare più forte possibile quella che ci daranno.” 

Il team del Mondiale avrà di nuovo la gestione in pista della 8 Ore?

Si. Anche per questa stagione Kawasaki ha deciso di utilizzare il progetto KRT WorldSBK per supportare l’operazione 8 Ore. Nei box a Suzuka (1 novembre, ndr) vedrete un mix di personale KRT in aggiunta a tecnici di Kawasaki Heavy Industries.”

I test alla 8 Ore sono limitati. Come vi state organizzando? 

“Siamo al lavoro per organizzare due uscite, ma il piano operativo e le date sono ancora da confermare”
 
Ricordiamo  che nel mirino non c’è soltanto il Mondiale Superbike. Kawasaki  punterà anche a vincere la 8 Ore per il secondo anno consecutivo con l’equipaggio composto da Jonathan Rea, Alex Lowes e Xavi Fores.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Jonathan Rea e Valentino Rossi destini diversi “Se corro ancora a 41 anni, ditemi di smettere””

Superbike,Marco Melandri

Superbike: Marco Melandri, la pazza idea del ritorno Mondiale con Ducati

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista in ritardo, che succede alla Honda?