Superbike, Scott Redding

Superbike Estoril, Prove 1 Scott Redding vola “Lotto fino alla fine”

Scott Redding subito velocissimo all'Estoril: Ducati può ancora conquistare il Mondiale Costruttori. Jonathan Rea invece la prende con calma

16 ottobre 2020 - 12:23

Scott Redding ha un’unica possibilità per tenere in vita qualche residua speranza di ribaltare la Superbike: spingere dall’inizio e provare a fare il pieno di punti. Nella prima sessione all’Estoril, tracciato sul quale il Mondiale di questa epoca non ha mai gareggiato, il britannico è stato velocissimo fin da subito, facendo il vuoto dietro di lui. Jonathan Rea, a cui basta un banale tredicesimo posto in una delle due gare lunghe del week end per festeggiare il sesto titolo, l’ha presa con calma. Ha il sesto tempo, a sei decimi dalla Ducati ma il Mondiale Costruttori ancora in ballo, il Cannibale non potrà permettersi di fare il compitino. Continua a viaggiare forte Garrett Gerloff: su una pista che nessuno conosce, parte segnando il secondo tempo. E’ un buonissimo segnale in ottica 2021, quando l’americano di GRT Yamaha partità alla pari con gli altri, conoscendo già le piste del Mondiale. Qui il programma del week end e gli orari dei collegamenti TV.

Sale Jonas Foger 

Nelle prime sette posizioni ci sono quattro Yamaha, la R1 evidentemente si adatta bene a questa pista. Gerloff è andato più forte degli ufficiali, Toprak Razgatlioglu e Michael van der Mark. La fila è chiusa da Jonas Folger, che alla seconda uscita nel Mondiale scala posizioni con la Yamaha ufficiale, affidata in gestione al team MGM con il quale l’ex MotoGP ha vinto tutte le dodici gare dell’IDM, la Superbike tedesca. Soltanto quindicesimo tempo per Michael Rinaldi, appena annunciato come sostituto di Chaz Davis in Aruba.it Ducati per il 2021.

Mondiale Costruttori, Ducati sempre in gioco 

L’ultimo round 2020 assegnerà il titolo Costruttori ancora in ballo fra Kawasaki e Ducati. A differenza del piloti, qui la situazione è ancora aperta. I giapponesi infatti comandano la classifica con 26 punti di vantaggio sulla Ducati. I punti disponibili sono 62. Ricordiamo che per il Costruttori il sistema di punteggio funziona come per il Piloti (25 al primo, 20 al secondo, 16 al terzo, ect.) con la differenza che prende punti solo la prima moto di ciascuna Marca. Quindi, ipotizzando, se la Ducati piazzasse tre moto davanti a tutti, guadagnerebbe 25 punti, togliendo però 20 (secondo)  e 16 (terzo) alle altre. Quindi, per difendere la posizione, Kawasaki deve puntare al podio:  Jonathan Rea  deve dare il massimo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea 6 mondiali “In Testa”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher