Superbike, Jonathan Rea

Superbike Catalunya FP1: Jonathan Rea nervi tesi, comanda Toprak

Yamaha domina le prime prove Superbike al Montmelò. Jonathan Rea in difficoltà tecnica, quinto tempo. Ma le Ducati ufficiali sono ancora più lontane...

18 settembre 2020 - 11:27

Toprak Razgatlioglu è stato il più veloce nella prima sessione di prove del sesto round Superbike al Montmelò, tracciato novità per il Mondiale. Yamaha in grande evidenza anche con Michael van der Mark,  a 169 millesimi dal talento turco, e un sempre più convincente Garrett Gerloff: che tripletta per la YZF-R1! Più complicato l’inizio del week end per Jonathan Rea, che è uscito di pista alla curva 1, senza cadere, ed è rientrato al box Kawasaki infuriato. Il campione del Mondo ha fatto un plateale segno ai meccanici “Non funziona!“. I lavori sulla Ninja sono durati una ventina di minuti, nel finale di sessione Jonathan Rea è tornato in quinta posizione, con una bella serie di giri veloci con gomme usate. Jonas Folger, al debutto Superbike con la Yamaha, parte con un 15° tempo, a 1″524 dal compagno di marca Toprak Razgatlioglu.

Bautista minaccioso, Ducati indietro 

Ad inizio turno è stato assai veloce Alvaro Bautista, a lungo davanti con una Honda che su questa pista potrebbe aspirare a qualcosa meglio del terzo posto che lo spagnolo ha battezzato ad Aragon. La migliore Ducati, al momento, è quella di Michael Rinaldi, sesto in scia a Jonathan Rea, con il quale ha duellato aspramente in gara 2 al Motorland. Pur non avendo fatto i test su questo tracciato, il 24enne di Go Eleven precede i due ufficiali Scott Redding, nono tempo a sei decimi dalla vetta, e Chaz Davies, appena undicesimo. Il gallese corre da separato in casa Ducati: nel 2021 la sua Panigale sarà di Rinaldi.

Leandro Mercado caduta strana 

Il pilota argentino ha perso il controllo dopo un solo giro, scivolando malamente sull’asfalto. Al centro medico del circuito è stata diagnosticata una contusione al polso destro, che verrà più accuratamente controllata nel vicino ospedale. Mercado conta di tornare in circuito per prendere parte alla FP che parte alle 15. Ricordiamo che il pilota di Ducati Motocorsa ha saltato il precedente round Teruel per infortunio alla caviglia conseguenza di una toccata di Tom Sykes la domenica precedente, sullo stesso tracciato di Aragon.

I riferimenti dei test 

A metà luglio le squadre ufficiali Superbike hanno svolto due giornate di test al Montmelò. Si era girato in condizioni climatiche estive, quindi più calde rispetto a questa FP1. Il più veloce era stato Jonathan Rea che con la copertura da qualifica era sceso fino a 1’40″450. Qui tutti i tempi registrati in quella occasione. La Kawasaki a Barcellona ha girato anche a gennaio, per una sola giornata, rinunciando ai comitanti test di Portimao.

Che tempo farà?

La prima sessione di prove si è svolta con cielo coperto e temperatura aria di 23 °C. Per la FP2, alle 15 odierne, sono previsti 28 °C, sempre con cielo nuvoloso ma scarsa possibilità di pioggia. Per domani, sabato 19 settembre, sono previsti temporali in mattinata, che potrebbero influenzare FP3 e Superpole. Al pomeriggio, per gara 1 che parte alle 14:00, è annunciato sole con 28 °C aria. Stesse condizioni previste per domenica. Ricordiamo che gara 2 è posticipata alle 15, per evitare la concomitanza con la MotoGP a Misano. Qui tutti gli orari  TV del sesto round Superbike

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ana carrasco supersport 300

UFFICIALE Ana Carrasco-Provec Kawasaki, rinnovo con vista al titolo 2021

barnabo ducati barni superbike

Superbike, Barni Racing: “Essenziale trovare il budget per l’intera stagione”

Superbike, Anthony West

Anthony West: nel 2021 torna in pista, intanto si scusa con la FIM