Superbike, Andrea Locatelli

Superbike: Andrea Locatelli confermato in Yamaha ufficiale 2022

Andrea Locatelli affiancherà Toprak Razgatlioglu in Yamaha ufficiale anche nel 2022: il rinnovo è automatico in virtù del quinto posto in campionato a metà stagione

3 settembre 2021 - 12:00

Lo schieramento Superbike 2022 è quasi definito per quanto riguarda le squadre ufficiali. Anche la Yamaha è a posto con la conferma automatica di Andrea Locatelli, che quindi sarà di nuovo a fianco di Toprak Razgatlioglu che settimane fa aveva esteso il cntratto fino al 2023, compreso.

Il Loca emergente di lusso 

Yamaha World Superbike non ha ancora annunciato la permanenza di Andrea Locatelli, ma la sua posizione è sicura in quanto garantita dal piazzamento nel Mondiale, quinto posto dopo metà stagione. Non è da escludere che in ogni caso l’attuale contratto venga ulteriormente rivisto, con allungamento della scadenza naturale, cioè per due-tre anni invece di uno soltanto. Campione del mondo Supersport in carica, il 24enne bergamasco sta disputando una stagione d’esordio in Superbike coi fiocchi. Dopo il necessario rodaggio, Andrea ha preso letteralmente il volo e si sta stabilizzando nella top cinque. Fra Assen, dove per alcuni giri ha conteso il successo a Jonathan Rea, Most e Navarra, il Loca ci ha fatto vedere bellissime prestazioni. Da qui in avanti, non può che migliorare.

Resta scoperta la Honda

Fra le cinque Marche presenti in forma ufficiale adesso solo la Honda deve chiarire la situazione. Il ritorno di Alvaro Bautista in Ducati e la stagione in chiaroscuro di Leon Haslam fanno ritenere che in HRC i posti disponibili possano essere addirittura due. In pole, al momento, sembrano esserci Chaz Davies e lo svizzero Dominique Aegerter, che guida la Supersport con la Yamaha ma è stato tester di Honda nelle passate stagioni, nonchè protagonista, con la stessa marca, alla 8 Ore di Suzuka.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike