Superbike Honda

Superbike, Álvaro Bautista si scalda a Jerez per riportare Honda al top

Conclusi due giorni di test a Jerez per Honda: tanto lavoro per Bautista e il suo compagno di squadra. Haslam: "A Barcellona capiremo dove siamo".

20 marzo 2021 - 19:15

La Superbike non si ferma e dopo aver visto alcuni protagonisti tornare in azione a Misano nei giorni scorsi, questa volta è stato il turno di Honda a Jerez. Nel corso delle giornate di venerdì 19 marzo e sabato 20 marzo Álvaro Bautista e Leon Haslam hanno potuto assaggiare di nuovo l’asfalto per una due giorni di test privati utili per preparare la stagione in arrivo. Ricordiamo anche la presenza di Alex Lowes con Kawasaki; il britannico è tornato sulla Ninja dopo l’infortunio che lo aveva estromesso dalle ultime prove.

Test Jerez: il meteo questa volta sorride per Honda

Tornando ad Honda, la casa alata è riuscita finalmente a concretizzare due giornate di test dopo i due sfortunati giorni di Jerez a gennaio dove il maltempo aveva impedito le operazioni. Álvaro Bautista e Leon Haslam sono tornati così in pista macinando chilometri utili per lo sviluppo della Fireblade in attesa dei test ufficiali a Barcellona a fine mese e della presentazione della squadra.

Honda, a che punto sei?

Tanto lavoro dunque sia per lo spagnolo che per il britannico, che puntano ad essere della partita nel 2021. Entrambi vogliono riportare Honda al top nelle derivate di serie sfruttando ogni sessione utile. Trapela dunque soddisfazione da parte di ambedue i piloti, con Haslam che al sabato ha preferito usare solo metà giornata. Tra pochi giorni, a Barcellona, scopriremo a che punto è lo sviluppo della Fireblade rispetto agli altri competitors.

Álvaro Bautista: “Focus su frenata ed elettronica”

“Abbiamo fatto tanto lavoro, il meteo per fortuna ci ha sorriso”, commenta Bautista. “Completare l’intero programma era importante: nei nostri piani c’era il set-up della moto e concentrarci sulla frenata ed elettronica. Sono state sessioni utili per dare informazioni agli ingegneri che continueranno il lavoro in Giappone”. Álvaro guarda quindi con fiducia al futuro: “Abbiamo un’idea più precisa sulle aree su cui lavorare già dai prossimi test”.

Leon Haslam: “A Barcellona capiremo di più”

“Il test è stato positivo, l’ultima volta siamo riusciti a fare soltanto dieci giri con la moto 2021”, sentenzia invece Haslam. “Avevamo tante cose da provare e siamo riusciti a fare quasi tutto. Abbiamo trovato più consistenza e mi sento più a mio agio”. Adesso la testa va a Barcellona: “Saremo più in grado di capire dove siamo e come lavora la moto. Oggi (sabato) abbiamo fatto solo metà giorno considerando i giorni di test limitati a disposizione”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike, UFFICIALE il nuovo calendario: torna Estoril

Honda CBR1000RR Fireblade

Superbike retrospective: Honda CBR 1000 RR Fireblade, prima parte L’eredità di James Toseland

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike, Adesso Garrett Gerloff è l’uomo di punta Yamaha