LIVE Superbike Phillip Island: lo show di gara 1 in diretta

Sabato intenso per il Mondiale Superbike, a Phillip Island per il round inaugurale. Seguite con noi tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

29 febbraio 2020 - 4:50

VINCE TOPRAK RAZGATLIOGLU

Una fantastica volata ha deciso la prima gara del Mondiale Superbike 2020: Toprak Razgatlioglu (Yamaha) ha vinto per appena 7 millesimi di secondo su Alex Lowes, scudiero Kawasaki. Terzo posto per Scott Redding al debutto con la Ducati, a 41 millesimi. Che meraviglia!

CHE BATTAGLIA!

Giro 19: La vittoria sembra un affare in famiglia, ma dietro premono Lowes e Haslam, mentre Redding sembra un pò in difficoltà. Se la giocano in cinque: fantastico!

TOPRAK DI FORZA

Giro 16: Scott Redding non riesce a resistere agli attacchi della coppia Yamaha ed è costretto a dare via libera a Toprak Razgatlioglu e Michael van der Mark. Il ducatista rischia di cadere anche nelle grinfie di Haslam e Lowes. Perde ulteriore terreno Tom Sykes.

REDDING ROMPE GLI INDUGI

Giro 12: Tom Sykes alza il ritmo (gomme alla frutta?) e Scott Redding va in testa inseguito dalle Yamaha di van der Mark e Toprak Razgatlioglu. Nel pacchetto di testa ci sono anche Lowes e Haslam. E’ bagarre.

SYKES CONTINUA IN TESTA

Giro 9: La BMW continua a guidare il plotone, i piloti non attaccano, per non rovinare le gomme. E’ una fase di stallo. Alvaro Bautista intanto ha recuperato fino alla ottava posizione.

REA CADE, ILLESO

Giro 7: Jonathan Rea stava spingendo allo spasimo, ma è caduto in un punto ultraveloce. Kawasaki distrutta ma pilota illeso. Sykes continua a guidare la corsa davanti a Redding e van der Mark.

LA RIMONTA DI REA

Giro 4: Sykes continua a guidare la corsa, Rea ha già recuperato quasi due secondi rispetto alla testa. Adesso lo svantaggio del nordirlandese è di 6″9. Sarà una gara lunga… Redding con la Ducati è in scia alla BMW. Il britannico è al debutto Mondiale.

CONTATTO REA-SYKES

15:02 Rea scatta al comando ma alla Lukey Height Tom Sykes entra dentro deciso e spedisce fuori pista il campione del Mondo che riesce a non cadere ma torna in pista ultimo, staccato di otto secondi dalla testa della corsa.

JONATHAN REA IL FAVORITO

Pochi istanti al via: temperatura aria 21°C, asfalto 34°C cielo leggermente coperto.

GARA1, SHOWTIME!

14:55 I piloti Superbike sono posizionati in griglia, pronti per affrontare la prima delle 39 gare dell’anno (13 round di tre corse ciascuno). Nella foto Tom Sykes, autore della pole record con la BMW: è la 50° volta che parte davanti a tutti

IL GIRO LAMPO DELLA BMW

Per la marca tedesca si tratta della seconda Superpole, dopo Donington 2019. Adesso sarà interessante verificare se Tom Sykes ha anche il passo gara per impegnare Rea e Redding, che sembrano averne più degli altri. Qui la cronaca e le statistiche della Superpole.

TOM SYKES 50° POLE, CHE BMW

Tom Sykes partirà in pole nella gara d’apertura del Mondiale Superbike a Phillip Island. Con la BMW ha stabilito il nuovo primato in 1’29″230, firmando la 50° pole in carriera. In prima fila ci saranno anche Scott Redding, con la Ducati, e l’iridato in carica Jonathan Rea, pupillo Kawasaki. In seconda fila: Razgatlioglu (Yamaha), Haslam (Honda) e van der Mark (Honda). L’attesissimo Alvaro Bautista, caduto senza conseguenze fisiche, scatterà in quinta fila, con il quindicesimo tempo. Questa la classifica

TOM SYKES-BMW NUOVO RECORD!

12:39 Tom Sykes con la BMW ha girato in 1’29″230, nuovo primato assoluto della pista. Rea è sceso in pista in questo momento, per rispondere.

PAUROSO VOLO DI ALVARO BAUTISTA

12.33 Il pilota Honda HRC è incappato in una rovinosa caduta nella parte veloce della pista, alla Lukey Heights. Bautista ha perso il controllo mentre stava tentando di seguire Scott Redding. Moto semidistrutta ma pilota in piedi. Al momento Bautista è solo quattordicesimo e non potrà migliorare la posizione in griglia, anzi rischia di perdere ulteriori posizioni. Un anno fa, con la Ducati, qui partì secondo e vinse le tre gare in programma.

BANDIERA ROSSA, DETRITI IN PISTA

12:27 La Superpole è stata fermata con bandiera rossa a 14’08” dalla fine per permettere la rimozione dei detriti lasciati in pista dalla Kawasaki di Xavi Fores. Alla velocità massima, circa 320 km/h, la carenatura si è aperta, esplodendo. Nessuna conseguenza per il pilota spagnolo, che nonostante la velocità è riuscito a mantenere il controllo. Ripartenza alle 12:30 locali, per un rush finale con le gomme ultra soffici che promette emozioni.

JONATHAN REA SI SCALDA

12.23 Il campione del Mondo al primo passaggio cronometrato segna un eloquente 1’30″025, con gomma da gara. Chissà cosa sarà in grado di fare con la ultrasoffice… Al momento precede il compagno Alex Lowes e il ducatista Scott Redding.

PRIMA ZAMPATA DI ALEX LOWES

12:20 Alex Lowes è il primo ad avvicinare la soglia di 1’30” con un passaggio in 1’30″212. Jonathan Rea è entrato in pista dopo quattro minuti dall’apertura della pit lane.

SUPERPOLE: IL METEO

12:12 La prima qualifica 2020 scatterà sotto un cielo coperto, ma non c’è minaccia di pioggia. Temperatura aria 20°C, asfalto 25°C. Ricordiamo che in Superpole i piloti hanno a disposizione 25 minuti  e una gomma posteriore ultrasoffice, che su questo tracciato resisterà per un unico giro tutto-o-niente. Il record è 1’29″413 realizzato lo scorso anno da Jonathan Rea. Qui la Kawasaki scatta in pole da cinque anni di fila.

REA IL CASCO DEDICATO ALL’AUSTRALIA

12:05 – Jonathan Rea disputerà le tre gare del round Australiano con questo casco speciale, dedicato alle vittime (uomini e animali) degli incendi boschivi che hanno di recente martoriato il Paese. Il cinque volte iridato, nordirlandese, è particolarmente legato a questa nazione: la moglie Tatia è australiana e lo stesso JR1 trascorre parecchie settimane l’anno da queste parti.

CORONAVIRUS: ROUND QATAR CONFERMATO

Dopo l’Australia il Mondiale Superbike si trasferirà in Qatar, per il secondo round in programma sabato 14 e domenica 15 marzo. Gli organizzatori, su richiesta dei team, hanno appena confermato che tutto – al momento – è confermato e l’evento si svolgerà regolarmente. Il circuito di Losail, nei pressi della capitale Doha, ospiterà i due maggiori campionati di Motociclismo nel volgere di pochi giorni: il week end precedente (6-8) in Qatar si apre la MotoGP 2020. Le autorità qatariote hanno intensificato i controlli e i passeggeri in arrivo dall’Italia sono sottoposti a controlli della temperatura corporea. Nessuna restrizione per chi entrerà in Qatar proveniendo direttamente dall’Australia, Paese che non figura nell’elenco delle aree a rischio.

SUPERSPORT: IL LOCA RIPRENDE LA SCETTRO

11:12 Andrea Locatelli è stato il più veloce nella terza e ultima sessione di prove Supersport, la serie cadetta del Mondiale Superbike. Il pilota di Yamaha Evan Bros ha preceduto il francese Jules Cluzel (Yamaha GMT94) e lo svizzero Randy Krummenacher,  iridato in carica e neo acquisto dell’ambiziosa MV Agusta. La gara Supersport è in programma domenica alle 13:15 locali, le 03:15 in Italia.

SCOTT REDDING DI NUOVO DAVANTI

10:20 Allo scadere della sessione giro lampo di Scott Redding: 1’29″896, ormai siamo ad un passo dal record assoluto Superbike ottenuto lo scorso anno in Superpole da Jonathan Rea in 1’29″413. La pista, fresca, stamane è decisamente più veloce rispetto a venerdi. La Ducati ha messo in riga la Yamaha di Michael van der Mark e la Kawasaki di Jonathan Rea. Solo dodicesimo Alvaro Bautista con la Honda. Qui sotto la classifica finale di FP3.

MICHAEL VAN DER MARK AL TOP

10:16 Michael van der Mark, approfittando della scia di Jonathan Rea, balza al comando della classifica con un fantasmagorico 1’30″025. Seguono Rea, Baz, Lowes e l’altra Yamaha di Razgatlioglu.

JONATHAN REA SUPERLATIVO

10:11 Il campione del Mondo ha firmato uno strepitoso 1’30″286, miglior giro del week end. Probabile che Rea stia girando con la gomma posteriore X, la soffice che si usa nella Superpole Race di appena dieci giri. La corsa sprint è in programma domenica alle 12 locali, le 2 di notte in Italia. In seconda posizione c’è l’altra Kawasaki ufficiale di Alex Lowes.

LEON HASLAM CADUTA, PILOTA OK

10:08 Scivolata per il pilota Honda HRC: nessun danni fisico, Haslam è riuscito a raggiungere il box con la sua stessa moto.

LEON CAMIER GETTA LA SPUGNA

10:05 Leon Camier non prenderà parte al round australiano del Mondiale. Il pilota britannico del team Barni è stato dichiarato “unfit”, cioè non ancora guarito dai problemi alla spalla sinistra infortunata per la seconda volta nei test di Aragon, a metà novembre. La Ducati V4 R del team Barni resterà sconsolatamente ferma ai box.

PROVE 3, RISCHIO PIOGGIA

09:57 Manca pochissimo all’inizio della terza sessione di prove, appena venti minuti disponibili per l’ultima messa a punto in vista della Superpole (ore 02:15 italiane) e la prima gara del Mondiale 2020, alle 05 italiane (22 giri). Nella foto qui sotto Scott Redding nel box Ducati si prepara. ad entrare in pista. La temperatura è 17°C, asfalto 19°C. Il cielo è coperto e ci sono spruzzi di pioggia nel primo settore. Dunque condizioni molto difficili, anche se il resto del tracciato di Phillip Island è asciutto.

PRONTI PER LO SHOW!

ORARI TV

Nella giornata di sabato avremo il terzo turno di prove libere Superbike, le qualifiche e Gara 1. Una giornata impegnativa, che ci dirà di più sui veri valori in pista. Ore 00.00 italiane per sapere come andrà l’ultima sessione di prove libere (non c’è diretta TV), alle 2:15 ci sarà la Superpole, per finire alle 5:00 con Gara 1. Qualifiche in diretta solo su Sky Sport MotoGP, la corsa invece verrà trasmessa anche da TV8, in chiaro.

INTRODUZIONE 

La stagione 2020 è ormai iniziata con le prime prove libere del round inaugurale in Australia. Due turni del venerdì, uno asciutto ed uno bagnato, dominati dalla rossa del campione BSB in carica Scott Redding, all’esordio questo fine settimana nel Mondiale Superbike. Bene le Yamaha di Toprak Razgatlioglu e di Michael van der Mark, così come Loris Baz sul team satellite. Non dimentichiamo poi la Honda, soprattutto con Leon Haslam. Solo sesto l’iridato Jonathan Rea, ma il sospetto è che si tratti di pretattica. I risultati delle prove libere

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike: Test Montmelo tempi ore 13 Jonathan Rea torna padrone

Superbike, Jonathan Rea

Test Montmelo, le Superbike hanno i tempi MotoGP nel mirino

Superbike, Ducati

Superbike: Scott Redding, tante novità sulla Ducati V4 R (VIDEO)