Superbike, Scott Redding ad Aragon

LIVE Superbike Aragon: Jonathan Rea vince e tocca quota 100

LIVE Gara-1 Superbike di Aragon. Segui in diretta il primo match SBK della stagione 2021 con tempi, classifica e aggiornamenti in tempo reale.

22 maggio 2021 - 14:55

Jonathan Rea conquista la prima vittoria nel Mondiale Superbike 2021. Sul podio Lowes e Toprak. 4° Scott Redding che beffa nel finale Davies. 6° Sykes davanti a Rinaldi, Haslam, Gerloff e Locatelli. 11° Van der Mark.

Toprak Razgatlioglu: “Sono molto contento, non sono mai forte su questa pista. Oggi abbiamo fatto un bel lavoro con il team, è importante. Per domani sono veloce, non tanto quali sono stati i problemi della gara“.

Alex Lowes: “Non sapevo cosa aspettarmi dalla gara. Sono partito molto bene, mi sono avvicinato a Jonathan, ma dopo qualche giro ho avvertito qualche problema con le gomme. Avevo un po’ di margine che poi ho perso, ma ho pensato ‘se qualcuno cerca di sorpassarmi gli resterò attaccato’. Toprak non è facile da battere in frenata, avevo tanto spinning, lui girava meglio. Quello che dovevo fare era incrociarlo all’ultima curva. Non abbiamo corso per diversi mesi, ma è un ottimo inizio di campionato“.

Jonathan Rea: “Mi sono sentito bene sin dalla partenza, volevo tanto questa vittoria. Sono andato giù a testa bassa, il ritmo mi è arrivato addosso. Mi ha sorpreso quanto siano calati gli altri. Arrivare a 100 vittorie è una pietra miliare della carriera. Il prossimo sarà Lewis Hamilton“.

-1 giro: Rea ad un passo dal primo trionfo del 2021. Ma Toprak e Lowes si giocheranno il secondo posto fino all’ultima curva…

-3 giri: Bella sfida tra Razgatlioglu e Lowes per la seconda posizione. Alle loro spalle Davies e Redding.

-5 giri: Problema tecnico per Eugene Laverty. Rea intanto si avvia verso la prima vittoria stagionale nel World SBK…

-7 giri: Toprak supera Lowes e anche Davies mette nel mirino la Kawasaki. 5° Redding davanti a Bautista, Gerloff, Sykes, Rinaldi e Haslam. 11° Van der Mark davanti a Locatelli.

-9 giri: Bautista sale in sesta piazza. Rea prova a scappare e dista 1,2″ da Lowes. Toprak in zona podio. Si ferma Samuele Cavalieri.

-11 giri: 10° posto per Michael Rinaldi al debutto con la Ducati ufficiale. 5° Redding che viene tallonato dalla Yamaha di Gerloff. Si ferma Leandro Mercado.

-13 giri: Chaz Davies supera Redding e si piazza 4°. Due decimi dividono Rea da Lowes. 13° Locatelli, 16° Bassani partito molto indietro dopo la caduta nella Superpole nel suo giro lanciato.

-14 giri: Toprak supera Redding e va a prendersi la terza piazza. Le Kawasaki fanno lievitare il distacco dagli inseguitori a 2,5″.

-16 giri: Rea e Lowes scavano oltre 1″ di gap sulla Ducati di Redding, 4° Davies, 5° Toprak. 14° Locatelli. Scampare dal radar Tito Rabat che riporta un problema tecnico alla sua V4R. Esordio beffa per l’ex pilota MotoGP.

-18 giri: Rea al comando davanti ad Alex Lowes e Scott Redding. 4° Gerloff che precede Chaz Davies, Toprak, Sykes, Haslam, Rinaldi, Bautista.

Il pre-gara di Aragon

13:58 – Giornata di sole al MotorLand di Aragon, con 22° C di temperatura dell’aria. Sono i 18 i giri che i piloti della Superbike dovranno eseguire prima della bandiera a scacchi.

13:53 – Oggi ricade l’anniversario di morte di Nicky Hyden. Nel pomeriggio del 22 maggio 2017 i medici della Clinica Bufalini di Cesena hanno spento le macchine salvavita con il consenso dei familiari. Nicky Hayden ha perso la vita a 35 anni. La star della MotoGP e della Superbike è rimasta gravemente ferita in un incidente stradale.

13:50 – In merito alla limitazione dei giri motore alla Kawasaki, il direttore tecnico della FIM Scott Smart ha spiegato questa decisione. “Solo perché un produttore ha un pistone diverso nel proprio motore non significa che sia un nuovo motore per noi, è solo un nuovo componente. Se il motore di base rimane lo stesso, continuerà anche la velocità massima dell’anno precedente“.

13:45 – Prima vittoria nel WorldSSP300 per Adrian Huertas (MTM Kawasaki). Sul podio Tom Booth-Amos e Yuta Okaya.

13:40 – L’esordiente Tito Rabat (Barni Racing Team) scatterà dalla quarta fila sulla sua Ducati Panigale V4 R. Primo week-end nel World SBK per lo spagnolo che ha gareggiato in MotoGP con Pramac al posto dell’infortunato Jorge Martin.

Il riepilogo della Superpole di Aragon

Nella Superpole Jonathan Rea agguanta il miglior crono è scatterà dalla prima finestra in griglia. Il sei volte campione del mondo Superbike non delude le aspettative dopo un venerdì di prove libere in cui non ha brillato particolarmente. Ma quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Le temperature fresche del mattino lo hanno galvanizzato, ma al pomeriggio la colonnina di mercurio tornerà ad alzarsi. Un best lap che mette per un attimo in archivio le polemiche sulla limitazione dei giri motore della sua Ninja.

Al parco chiuso il Cannibale non nasconde il sorriso… nonostante la mascherina. “Tra la griglia e la prima curva c’è poco spazio a disposizione. Il giro di qualifica è stato praticamente perfetto, tranne un piccolo errore alla curva 7. Non sono mai stato così veloce ad Aragon, quindi è un gran giro. Grazie al team per la gran moto. Step by step ci avviciniamo alla prima gara dell’anno, è da tanto che non corriamo. Sotto questa mascherina c’è un gran sorriso e non vedo l’ora

Non sarà impresa facile per Jonathan Rea, che al suo fianco in prima fila ritrova la Ducati V4R di Scott Redding. Dopo la seconda sessione di qualifiche SBK del venerdì ha manifestato il suo disappunto sulle mescole. “Mi sento meglio oggi rispetto a ieri. Alla prima gara dell’anno bisogna stare sempre un po’ tranquilli, attento con le gomme da tempo e le temperature basse, specialmente all’anteriore. Abbiamo un bel passo gara – ha detto Redding dopo la Superpole -, sono molto soddisfatto e fiducioso“.

Prima fila completata da Tom Sykes nonostante una BMW M non ancora perfetta sul ritmo gara. “Sono molto contento, non è stato il giro perfetto ed è interessante comunque perché ci dà molte informazioni su questa moto che è molto diversa. Sicuramente la gomma da tempo ci ha dato ulteriori informazioni, mi dispiace non aver fatto la pole. Ma la prima fila non è per niente male, stamane ci avrei messo la firma. Siamo ancora in difficoltà, ma il team sta lavorando bene. Mantenere questa posizione anche nelle gare sarebbe positivo“.

La seconda linea di Gara-1 Superbike ad Aragon è formata da Alex Lowes, Chaz Davies e Garret Gerloff, migliore dei piloti Yamaha (Toprak Razgatliouglu solo decimo). In terza fila le due Honda HRC di Bautista e Haslam oltre alla Ducati di Michael Rinaldi. 14° Andrea Locatelli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu: “Contatti con Johnny Rea? Nessun problema”

Superbike

Superbike: grave trauma cranico per Tom Sykes, rimane in osservazione

Superbike, Michael Rinaldi

Superbike, Michael Rinaldi la vendetta: “Quante critiche dopo Misano!”