SBK Aragon, Scott Redding

Superbike, Scott Redding furioso: “Non puoi vincere con la SCo”

Scott Redding chiude le libere di Superbike ad Aragon con il 7° crono al venerdì. Il britannico della Ducati fuorioso contro la scelta degli pneumatici.

21 maggio 2021 - 20:10

Scott Redding chiude il venerdì di libere Superbike ad Aragon con il 7° crono. Se in casa Kawasaki monta la polemica sui giri motore, nel box del britannico della Ducati si punta l’indice sugli pneumatici SCX. Introdotti da Pirelli soprattutto per la Superpole Race, Redding non riesce a sfruttare il potenziale di queste mescole per via del peso x altezza superiori alla media. “Il problema più grande per noi questo fine settimana è lo pneumatico SCX. So che alcuni useranno questo pneumatico e conosco una manciata di piloti che vorrebbero usarlo“. Scott non riesce a portare a termine la gara con questi pneumatici. “Adesso dobbiamo pensare al campionato, perché questa situazione è fatale in questo senso. Si tratta di sopravvivere agli ultimi cinque giri. Non è giusto per me!“.

L’alternativa è montare la Pirelli SCo, ma sarà difficile restare con i primi. “Se vuoi andare sul sicuro, prendi la gomma SC0 un po’ più dura, ma non finirai tra i primi. Contro un pilota più leggero non hai possibilità di guadagnare un vantaggio sulla SCX, quindi sei in svantaggio alla fine della gara“. Questa mescola di gomma era in realtà destinata alle gare sprint. “Ne ho parlato nel briefing di giovedì, ma altri piloti hanno chiesto addirittura gomme da pioggia più morbide. Così facendo quelli più leggeri avranno dei vantaggi“.

Nei prossimi giorni le temperature ad Aragon dovrebbero essere più fresche. Questo potrebbe spingere l’SXC ad un calo di prestazioni. “Dobbiamo soprattutto pensare a come faremo ad arrivare alla fine della gara, nessun pensiero va alla vittoria. Dobbiamo trarne il meglio e vedere dove andiamo a finire“. A parte le gomme, il pilota Ducati non è stato molto contento della prima giornata. “Al mattino il grip non era ottimo e anche quando faceva molto caldo nel pomeriggio non era molto buono. Avevamo due condizioni della pista completamente diverse, ma nessuna era simile ai test. Non è stato facile avere un buon feeling – ha concluso Scott Redding -, ma ho fatto molti giri per entrare nel passo gara“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

2 commenti

FRA 1988
23:22, 21 maggio 2021

Redding che mette già le mani avanti? Smentisci gli scettici( io sono uno di questi) e dimostra di poter essere da mondiale.

    Anonimus
    13:24, 22 maggio 2021

    Metterà anche le mani avanti ma non ha tutti i torti, anche in MotoGP ormai la situazione è così da qualche anno…. Le gomme di oggi sono diventate troppo determinanti, i più leggeri vincono mentre i più alti/pesanti si attaccano.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Sofuoglu Razgatlioglu

Superbike, ecco com’è andato il ritorno di Sofuoglu in Supersport

Superbike, Toprak

Superbike Jerez, Prove 1: Toprak spara il tempone, Rea sotto attacco

Superbike, Scott Redding

Superbike, Jonathan Rea: “Ducati sembra una moto difficile”