Jonathan Rea

Jonathan Rea ‘epic-five’: “Noi non ci arrendiamo mai”

Jonathan Rea campione del mondo SBK per il quinto anno consecutivo. La svolta a Imola con la prima vittoria: "Anno incredibile, ho alle spalle una squadra super"

29 settembre 2019 - 17:51

Jonathan Rea vince il quinto titolo mondiale a Magny Cours. Alla vigilia del week-end francese mai avrebbe immaginato di potersi riconfermare con due Gran Premi di anticipo, ma l’incidente tra Bautista e Toprak al secondo giro ha spinto in discesa la corsa al titolo. Il T3 del tracciato transalpino si è rivelato alquanto difficoltoso per il campione della Kawasaki, perdendo per due volte la sfida diretta con il pilota turco.

In gara-2, forte di alcuni miglioramenti sulla moto e con un pizzico di buona sorte, ha centrato vittoria e titolo. Forse il più entusiasmante di tutti, considerando l’inizio di stagione e con il primo successo arrivato soltanto a Imola. “Adesso ci posso credere davvero. E’ stato un anno incredibile, un anno in cui non mi sono mai arreso – ha commentato Jonathan Rea -. Ho continuato a credere in me stesso, nella mia moto, nella mia squadra e nei miei sforzi“.

LA VITTORIA PIÙ BELLA DI JOHNNY REA

Non ha mai smesso di crederci il fuoriclasse britannico, sempre sul podio nei primi quattro round del WorldSBK 2019, con Alvaro Bautista che sembrava competere con un mostro di Ducati. Ma anche i giganti possono crollare se hanno piedi d’argilla. “Dopo il quarto GP ero un po’ affranto, perché è difficile continuare a spingere quando sai che sarà così difficile vincere. Ma a metà stagione le cose sono cambiate. Non ho tante parole in questo momento, perché non me l’aspettavo oggi. Non avevo idea di cosa sarebbe successo. Ero convinto che vincere non sarebbe bastato. Ma quando mi hanno segnalato che Bautista era fuori, ho capito che avevo una possibilità“.

Il quinto titolo mondiale è frutto di un ottimo lavoro di squadra, di un’intesa inossidabile all’interno del box. Di una famiglia che lo ha accolto con l’ennesima gag iridata al traguardo, come merita una vera celebrità dello sport. “Questa è una vittoria di tutti. Del mio team, di tutta la mia famiglia e tutte le persone che hanno lavorato con me. Kawasaki, gli sponsor, tutte le persone che hanno reso possibile tutto ciò. È stato un grande sforzo di squadra – ha concluso Jonathan Rea -. Non potrei essere qui senza loro”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”

Jonathan Rea campione Superbike

Superbike, Jonathan Rea: “Natale momento speciale per noi”