Alvaro Bautista

Alvaro Bautista parla già da pilota Honda: “Voglio partire forte”

"Honda riparte da zero, ci sono persone molto importanti coinvolte e l'intero progetto HRC mi motiva molto. Adesso l'obiettivo è..."

24 settembre 2019 - 7:49

Alvaro Bautista parla già da pilota Honda HRC. Restano ancora tre round Mondiali da correre con la Ducati e alla squadra non piacerà che spagnolo abbia già cominciato a parlare apertamente del nuovo progetto. Dopo il disappunto per il mancato rinnovo, sdegnosamente rifiutato dal pilota per motivi di natura economica, adesso si rischia un nuovo incidente diplomatico. Nel comunicato ufficiale rilasciato lunedi 23 settembre dal gigante giapponese non sono state inserite dichiarazioni di Alvaro Bautista, che però ha parlato diffusamente a Dorna TV. Da pilota Honda HRC.

ALVARO STOP EVOLUZIONI DUCATI?

Sarà interessante vedere cosa succederà nel box Ducati a Magny Cours, San Jose e Losail, anche dal punto di vista tecnico. E’ difficile credere che Bautista, secondo in classifica e teoricamente ancora in gioco per il Mondiale, possa ricevere evoluzioni: significherebbe far sapere a Honda cosa bolle in pentola per il 2020. Fino a giugno Alvaro Bautista era l’eroe “un pilota formidabile, l’unico che riesce a vincere con la nostra V4R” dichiarava Paolo Ciabatti. Adesso il rapporto fra azienda e pilota rischia di surriscaldarsi, in attesa di ritrovarsi in pista da nemici veri a metà novembre, nei primi test 2020. Bautista in Honda contro il vecchio amore Ducati sarà una rivalità tutta da godere….

“HONDA E’ UNA SFIDA STIMOLANTE”

Adesso è ufficiale, nel 2020 correrò con HRC” ha dichiarato Alvaro Bautista al microfono del promoter Dorna. “Sono molto molto felice, credo molto in questo nuovo progetto. Honda rientra in Superbike con un team ufficiale e questo mi sta motivando molto. Entrare a far parte della famiglia HRC è un fattore molto importante. Per  è un progetto che ogni pilota vorrebbe avere. Sono molto felice per quello che potrà succedere nella prossima stagione. Mi mancano da disputare ancora alcune gare nel 2019 ma la sfida per l’anno prossimo sarà molto difficile.
Userò la mia esperienza di quest’anno per sviluppare la moto e provare a lottare per il successo. Se succederà subito, tanto meglio.”

“IN HONDA TROVO PERSONE IMPORTANTI”

“Non è stato facile prendere questa decisione . Sono stato molto bene con la famiglia Ducati, abbiamo cominciato la stagione con una moto nuova con un nuovo progetto ma siamo stati subito competitivi e abbiamo vinto molto presto. Ma  il progetto  che mi è stato sottoposto da HRC mi  ha motivato molto. Partiamo da zero ma ci sono persone molto importanti in questo progetto. E’ difficile dire che obiettivi abbiamo. La mia idea è sfruttare bene i test invernali,  e farmi trovare pronto già all’inizio. Mi piacerebbe potermi giocare il successo fin dall’inizio.”

Jonathan Rea, “In Testa”, la biografia  – Clicca qui per acquistare on line

2 commenti

fabu
11:29, 27 settembre 2019

ma come si fa a dire certe cose, adesso? spero che Ducati faccia come KTM con Zarco, appiedato da subito, licenziamento in tronco, e neanche più un centesimo se mai gliene devono ancora. spero che per lui la Honda sia come per Lorenzo.

Ringhietto
11:54, 24 settembre 2019

Che gran sigore che è…complimenti per la serietà e la professionalità.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Leon Camier

Superbike 2020 UFFICIALE: Leon Camier con Barni Ducati

Xavi Fores

Superbike 2020: Xavi Fores con Puccetti Kawasaki, che ritorno!

Leon Camier

Superbike 2020: Leon Camier vicinissimo a Ducati Barni