Alvaro Bautista, Honda HRC

Superbike 2020: Alvaro Bautista-Honda HRC, ora è ufficiale

Cadono i veli sul passaggio dell'attuale punta Ducati alla concorrente giapponese. HRC accorpa il progetto Superbike alla MotoGP. Supervisore sarà lo stesso Alberto Puig

23 settembre 2019 - 10:09

Honda Racing Corporation ha annunciato l’ingaggio di Alvaro Bautista per il Mondiale Superbike 2020. La notizia era ovviamente nota da tempo, mancava solo la comunicazione ufficiale. Anche in Portogallo lo spagnolo si era divertito ad alzare la cortina fumogena: “Chi vi ha detto che correrò con Honda?“. Spagnolo, 35 anni (il prossiimo 21 novembre) Bautista è passato in Superbike con la Ducati dopo aver vinto il titolo Mondiale 125GP (2006) e dieci stagioni di militanza in MotoGP. Con la V4R nel campionato ancora in corso ha vinto 15 gare ma è caduto cinque volte, per cui è secondo in campionato distanziato di 91 punti dal battistrada Jonathan Rea, asso della Kawasaki. L’altro pilota Honda HRC  sarà Takumi Takahashi.

PAROLA DI HONDA HRC

Nel comunicato HRC, molto stringato, c’è soltanto una dichiarazione di Yoshishige Nomura Presidente HRC. “Siamo molto felici di dare il benvenuto ad Alvaro Bautista nel nostro progetto  WSBK per il prossimo anno” scrive il massimo responsabile del reparto corse più potente del Mondo. “Il suo arrivo nella famiglia delle corse Honda sottolinea il nostro forte impegno a competere a pieno regime in ogni categoria di sport motoristici, lottando per raggiungere i migliori risultati sportivi e cercando le migliori innovazioni tecnologiche, al fine di offrire ai nostri fan e clienti divertimento, gioia e prodotti eccellenti. Alvaro è un pilota molto veloce ed esperto che ha già dimostrato il suo forte carattere agonistico e la sua competitività nei suoi anni GP e nella sua prima stagione nel campionato WSBK. Siamo fiduciosi che contribuirà in modo significativo alla crescita e allo sviluppo del nostro progetto nell’entusiasmante e stimolante Campionato mondiale Superbike. ”

ALLA CORTE DI ALBERTO PUIG

Nel comunicato ufficiale non ci sono dettagli sulla riorganizzazione del progetto Superbike. Ma trapela che il team diventa ufficiale 100% e avrà base a Barcellona, accorpato alle operazioni MotoGP. Il supervisore sarà lo stesso Alberto Puig. Il team Moriwaki Althea, che ha gestito il progetto in questo 2019 con risultati ben aldisotto delle aspettative, diventerà formazione satellite.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Raffaele De Rosa

Supersport: Super team MV Agusta, resta Raffaele De Rosa

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”