Superbike: Tutto il vertice Honda HRC a Phillip Island

Honda HRC la dirigenza è presente al gran completo a Phillip Island: tornare a vincere in Superbike è una priorità assoluta

23 febbraio 2019 - 3:59

Honda HRC ha preso molto sul serio l’operazione rientro in Superbike. Non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello “politico”. Per battezzare il rientro ufficiale nel Mondiale, dopo 16 anni di assenza, a Phillip Island è arrivato tutto il vertice del reparto corse più importante del mondo. Ci sono il presidente Yoshishige Nomura e anche Masashi Yamamoto, general manager della Divisione Motor Sport di Honda Motor.  Nei giorni scorsi è passato dall’Australia anche Tetsuhiro Kuwata, direttore delle corse, poi volato a Losail per i test MotoGP. 

Quali ripercussioni?

I riflessi sportivi di un simile impegno sono facilmente immaginabili. Honda si è stancata di fare figuracce nel Mondiale, e di non riuscire più a vincere la 8 Ore di Suzuka, che da quattro, lunghi anni, finisce nelle mani della rivale Yamaha. Intanto c’è grande attività intorno allo sviluppo della CBR-RR, schierata in pista con una corazzata composta dalla fusione di due strutture, l’italiana Althea e la giapponese Moriwaki. Ma è solo l’inizio. Gli avversari scrutano, e temono.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Ducati gira a Imola con Bautista e Davies il 24 aprile

Supersport 300: Wild card a Imola per Matteo Bertè e ProGP Racing

Superbike: Honda, dove sei finita?