misano world circuit

Misano World Circuit riapre per allenamenti, ma il protocollo è un limite

Riapre il Misano World Circuit, ma con svariate limitazioni. Il giovedì di allenamenti quindi sarà segnato da tante rinunce e pochi piloti in pista.

13 maggio 2020 - 16:57

Ricomincia l’attività per i piloti di interesse nazionale e residenti in Emilia Romagna. Il Misano World Circuit, completamente riasfaltato, riapre i battenti per ospitare giovedì pomeriggio alcune sessioni di allenamenti (non test). Ricordiamo che sono entrate in vigore le ultime linee guida FMI per contrastare il contagio da coronavirus. Una di queste, oltre alla regione di residenza, prevede che ogni pilota presente possa portare con sé un solo accompagnatore/tecnico se maggiorenne, due se minorenne. Una limitazione molto forte, che ha impedito – di fatto – la partecipazione delle squadre del rispettivo pilota.

Non sono mancate quindi tante rinunce, a cominciare dai piloti MotoGP Valentino Rossi, Francesco Bagnaia e Franco Morbidelli. Oltre ai ragazzi della VR46 Academy. Impossibile poi assicurarsi la presenza dei piloti Moto3, che dovrebbero portare con sé tre persone, compreso un genitore. Si parla in totale di appena circa 4-5 ragazzi impegnati in pista (dei 40 inizialmente previsti), chiaramente con moto stradali. Possiamo fare alcuni nomi: Nicolò Bulega girerà con una R6, il Talento Azzurro FMI Andrea Natali guiderà una 300. Il tester Ducati MotoGP Michele Pirro (in zona già oggi) sarà in azione con una Panigale V4R. Una riapertura con limitazioni, che quindi al momento serve a poco agli atleti che vogliono tornare ad allenarsi ad alti livelli.

UN TEST ORGANIZZATIVO PER MISANO

“Dopo questo lungo periodo di responsabile stop delle attività, ci prepariamo ad un primo, importante test” ha dichiarato il Presidente FMI Giovanni Copioli. “Come da disposizioni governative, è riservato ai soli piloti di interesse nazionale residenti in Emilia Romagna. In questa fase di convivenza con il Covid-19, abbiamo messo a punto procedure e modalità per la tutela della salute di piloti, addetti e personale di servizio. Ringraziando il Direttore dell’Autodromo di Misano, Andrea Albani, guardo con fiducia a questo primo test. Sarà fondamentale per la ripresa delle nostre attività sportive, ad iniziare dal Campionato Italiano di Velocità.”

“C’è tanta voglia di ripartire” ha aggiunto Luca Colaiacovo, Presidente della Santa Monica SpA. “Sappiamo però che non sono permessi passi falsi. Sarà anche un test organizzativo, di verifica delle situazioni che si creano all’interno dell’impianto.” Come detto, giovedì avverrà anche il debutto del nuovo asfalto, sistemato a marzo prima della chiusura delle aziende coinvolte in questi lavori. Sarà un segnale piccolo ma potente, anche una sorta di liberazione dopo il lunghissimo lockdown che ha riguardato il motorsport.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp misano 2020

MotoGP: i numeri di un doppio GP ‘pubblico’ a Misano di grande successo

motogp misano

MotoGP: cinque positivi dopo Misano, tutti in isolamento a Cattolica

Motoestate

Storie di Motoestate: ragazze veloci, ospiti top e quei pazzi sul ghiaccio (VIDEO)