JEG

JEG Suzuki sospende il programma FIM EWC

L'ambizioso JEG Racing Team, protagonista della 8 ore di Sepang, per le conseguenze del COVID-19 ha deciso di fermare il suo programma nel FIM EWC.

16 giugno 2020 - 10:03

Nell’immediato, il Mondiale Endurance FIM EWC è uno dei campionati maggiormente colpiti dalle conseguenze dell’emergenza COVID-19. Il calendario, stravolto in corso d’opera con due 24 ore (Le Mans e Bol d’Or) in sole 3 settimane, ha complicato e non poco i programmi di squadre, aziende e addetti ai lavori. Se per la maratona Endurance della Sarthe figurano attualmente 43 team al via (dato, ahinoi, destinato a diminuire…), come si suol dire “del futuro non vi è certezza“. Lo testimonia il fatto che il JEG Racing Team, recente protagonista della 8 ore di Sepang, ha deciso di sospendere il suo programma nel FIM EWC.

JEG SUZUKI

Il JEG Racing Team da diversi anni si è affermato come squadra di riferimento Suzuki nelle competizioni Superbike della penisola iberica. Schierando piloti come il compianto Anthony Delhalle, Gregory Leblanc ma anche Yukio Kagayama con il quale ha stretto una partnership tecnico-sportiva, la compagine iberica si è distinta nella defunta CEV Extreme fino all’attuale ESBK. Lo step successivo è rappresentato dall’approdo a tempo pieno nel FIM EWC per la stagione 2019/2020 con una Gixxer gommata Michelin affidata allo stesso Leblanc e Naomichi Uramoto, pupillo di Yukio Kagayama e nei piani del Test Team Suzuki MotoGP.

SEPANG

L’ultimo round disputato, la 8 ore di Sepang, ha visto il team di Juan Eric Gomez a tratti grande protagonista. A lungo in seconda posizione, soltanto un guasto banale ha precluso la gioia del podio al secondo gettone di presenza nella specialità. Per la squadra dell’ex pilota della Suzuki SERT negli anni ’90 poteva rappresentare l’inizio di una lunga storia nelle corse motociclistiche di durata, ma le conseguenze comportate dall’emergenza Coronavirus ha imposto uno stop forzato.

SI ALLA ESBK, NO ALL’EWC

Con una nota, il JEG Racing Team ha annunciato di aver temporaneamente sospeso il programma FIM EWC, confermando invece l’impegno nella ESBK, la Superbike spagnola. “La buona notizia è che l’ESBK ripartirà il 26 luglio prossimo con 6 round per 12 gare, tutto concentrato tra fine luglio e l’inizio di novembre“, si legge nel comunicato. “Come saprete, il JEG Racing Team è innanzitutto una squadra impegnata nelle competizioni di velocità. Il suo intento è di formare e preparare i suoi piloti ai campionati motociclistici internazionali.

Tuttavia, in seguito alle modifiche ai calendari dovute all’emergenza Coronavirus, con rammarico siamo costretti a sospendere il nostro programma EWC per la 24 ore di Le Mans. Per noi è materialmente impossibile essere presenti a questo appuntamento in condizioni serene ed affidabili. Una decisione presa considerando il poco tempo a nostra disposizione per affrontare due campionati con le attuali restrizioni imposte dalle normative anti COVID-19. Non si tratta né di una buona, né di una cattiva notizia: torneremo nell’EWC quando sarà possibile farlo in condizioni congeniali“.

PILOTI A PIEDI

Se nella nota si parla esclusivamente della 24 ore di Le Mans, sembra scontato anche il forfait dal Bol d’Or in programma tre settimane più tardi. Naomichi Uramoto correrà con il team JEG sempre nell’ESBK (ed eventualmente con il Team Kagayama a Suzuka), mentre Gregory Leblanc si ritrova attualmente senza una moto. Per il 5 volte vincitore della 24 ore di Le Mans motociclistica un dejavu: ad inizio 2019 era stato estromesso senza preavviso dai programmi di Honda Endurance Racing…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

24 Heures Motos Le Mans

Storia della 24 Heures Motos Le Mans: dal 1978 al 1980 (1° Parte)

Randy De Puniet

Randy De Puniet con ERC Ducati anche alla 24h Le Mans

3ART

3ART Yamaha cambia equipaggio per la 24h Le Mans