Ross Branch Dakar

Dakar: Ross Branch, infortunio alla gamba e fine della corsa

Altro abbandono tra i top riders: Ross Branch chiude oggi la sua Dakar, con incidente e frattura di una gamba. Un aggiornamento su Joan Barreda.

7 gennaio 2022 - 18:32

La tappa odierna, fermata dopo soli 101 km, ha portato ad un secondo stop tra i piloti di punta dopo Skyler Howes. Ross Branch, scattato oggi subito dietro a Petrucci, è incappato in un incidente poco dopo la partenza, immediatamente dopo quello del collega italiano. Le conseguenze però sono state ben più serie: l’alfiere Yamaha, subito molto dolorante al lato destro del corpo, ha riportato la frattura della gamba. Un infortunio importante che quindi pone fine alla sua quarta Dakar, oltre ad essere il secondo abbandono consecutivo. Rimane in dubbio Joan Barreda: oggi ha stretto i denti, ma vedremo se riuscirà a ripartire dopo la pausa…

Ross Branch si ferma

Davvero una brutta notizia per la casa dei tre diapason, che dopo il ritiro di tutti i suoi ragazzi nell’edizione 2021 punta al riscatto. Purtroppo però perde oggi il suo secondo miglior pilota. Dopo la P2 nella 5^ tappa, suo miglior risultato del 2022, “Kalahari Ferrari” occupava il 7° posto in classifica generale a 18 minuti dal leader Sunderland. Il talento del Botswana, come tutti i top riders, puntava ovviamente alla vittoria di questa mitica competizione, la prima con i colori Yamaha. Ricordiamo, nel 2019 ha chiuso 13° e miglior rookie, nel 2020 è arrivato 21° ma con una vittoria di tappa, l’anno scorso si è fermato alla nona tappa per problemi meccanici.

“Appena due chilometri e ho colpito una roccia” ha dichiarato. Aggiungendo che “Non ero troppo convinto per questa tappa, conosco i danni che possono fare i camion.” I fatti alla fine gli hanno dato ragione, senza dimenticare l’inattesa forte pioggia dei giorni scorsi che certo non ha dato una mano. Il pilota Yamaha non nasconde poi la sua delusione. “Le cose si stavano mettendo bene per me, essere fuori gara proprio adesso è dura da digerire” ha ammesso. Per poi fare il tifo per Adrien Van Beveren, attualmente 3° nella generale a poco meno di 8 minuti dal leader, ed Andrew Short, 11° a 38 minuti.

Joan Barreda ripartirà? 

L’infortunio alla spalla sinistra dopo l’incidente di ieri chiaramente si fa sentire, ma oggi l’esperto pilota di casa Honda ha voluto prendere il via, determinato a continuare la sua Dakar. Una fortuna però che tutto sia finito anzitempo, vista la sua situazione… “Ieri sono caduto e mi sono fratturato la clavicola” ha raccontato lo spagnolo. Non manca un ringraziamento per un compagno di squadra. “Voglio ringraziare Pablo Quintanilla, che si è subito fermato per soccorrermi.” Aggiungendo poi un commento sulla mini-tappa odierna. “Nonostante il dolore sono partito e ho cercato di concludere la speciale, oltre a godermi un altro giorno di questo sport che tanto mi appassiona.” Domani c’è la giornata di riposo, Barreda poi sarà di nuovo ai nastri di partenza? Al momento non c’è nessuna conferma in questo senso né si parla di abbandono. Probabilmente attenderà il 9/01, giorno della settima tappa, per capire se ci sarà. Ma dopo aver stretto i denti già oggi, l’idea è che una delle Leggende della Dakar ci proverà di nuovo.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Foto: Yamaha Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci: “Figa la Dakar, posso andare in pensione sereno”

fantic picco dakar

Dakar 2022: Fantic e Franco Picco, che impresa per il binomio azzurro

Danilo Petrucci Dakar

Danilo Petrucci saluta la Dakar: “Non cercatemi, non ci sono per nessuno”