danilo petrucci dakar

Dakar, la carica di Danilo Petrucci: “Una delle più grandi sfide della mia vita”

Danilo Petrucci ormai prossimo al debutto nella Dakar. Un sogno che si realizza, un bel salto dalla MotoGP verso l'avventura nel deserto arabico.

24 dicembre 2021 - 18:13

Tra i tanti esordienti italiani al via nella Dakar 2022 (ecco tutti i nomi), lo ricordiamo, c’è Danilo Petrucci. Fino a quest’anno pilota MotoGP ma da lungo tempo col sogno di questo mitico Rally Raid, una realtà tra pochissimi giorni (1° gennaio). Un arrivo “da un altro mondo”, come ha sempre scherzato lo stesso ternano, per “Una delle più grandi sfide della mia vita”“Come una stagione MotoGP in due settimane!”. Con una preparazione ancora più ridotta per un piccolo problema alle caviglie in allenamento, minimizzato da un pilota decisamente carico ed emozionato in vista dell’avventura nel deserto della penisola arabica. Ricordiamo il percorso.

Si vocifera poi di un possibile futuro nel MotoAmerica con Ducati, ma al momento solo un’ipotesi non confermata. L’attenzione del pilota KTM Tech3 è tutta per la Dakar. “Ho preso una gobba a velocità troppo alta e mi sono fatto male alle caviglie, pur senza cadere” ha però dichiarato al MotoClub Spoleto durante la cerimonia di premiazione dei campioni 2021 del National Trophy. Un piccolo intoppo che non facilita la situazione, trattandosi del ‘più rookie’ di tutti i partecipanti del 2022, ma non per questo è meno carico. “È un’avventura completamente nuova, totalmente fuori dalla mia comfort zone. Una delle più grandi sfide della mia carriera” ha sottolineato una volta di più.

Ricordiamo che correrà col #90 (suo anno di nascita) e con i colori Tech3 KTM Factory Racing, gli stessi con cui ha chiuso l’esperienza MotoGP. “KTM mi ha dato questa fantastica opportunità” ha poi aggiunto. “Sarà un banco di prova importante sia per me sia per loro.” Nella seconda parte dell’anno, tra un GP e l’altro, ha avuto modo di svolgere prima lezioni teoriche, poi pratiche assieme ai colleghi di KTM Walkner, Price e Benavides, veterani della competizione. “Loro puntano al podio” ha sottolineato Petrux. “Ma sarà interessante vedere dall’interno cosa succede, imparando il più possibile e cercando di seguirli.”

Eccolo ora ai nastri di partenza per il suo debutto nella competizione più famosa e pericolosa del mondo, in sella ad una 450 Rally Factory Replica. Tutto proprio quindi per dare il via alle danze nel deserto. “Sarà una gara tostissima, molto diversa dalle gare di velocità a cui sono abituato” ha rimarcato Danilo Petrucci. Aggiungendo che “Per questo ho un po’ di timore reverenziale, come è giusto che sia. Ma sono anche il primo a fare questo grande salto dalla MotoGP alla Dakar! Spero anche di portare più tifosi da uno sport all’altro.” Si parte il prossimo 1 gennaio con il prologo, per poi iniziare a fare sul serio dal 2/01 a Ha’il fino al ritorno a Jeddah il 14/01.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

VIDEO KTM – Danilo Petrucci alla Dakar

Foto: KTM Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

raul fernandez motogp

MotoGP: Raúl Fernández ed il regalo speciale per papà Juan Carlos

Danilo Petrucci SBK

Danilo Petrucci verso gli Usa: inizia la sfida Superbike con Ducati

MotoGP, Darryn Binder

MotoGP, Razali: “Facile criticare la scelta di prendere Binder”