Honda Racing UK

Honda Racing UK: lo sviluppo della CBR 1000RR-R per il BSB

Al secondo anno del progetto, Honda Racing UK punta in alto per il BSB British Superbike 2021 con 3 piloti ed un occhio di riguardo dal Giappone.

3 giugno 2021 - 11:45

Donington Park National, 8-9 agosto 2020. Il primo appuntamento stagionale del British Superbike, il primo post-lockdown. Alla ripresa delle ostilità ed al debutto assoluto della nuova CBR 1000RR-R, il team Honda Racing UK era riuscito a sbancare (letteralmente) l’East Midlands. Al netto della squalifica di Andrew Irwin in Gara 3, in tutte e 3 le manche le nuove CBR Fireblade erano salite sul podio. Nelle prime due con il superlativo 1-2 a firma Andrew e Glenn Irwin, nella terza preceduti dalla sola Panigale V4 R di Tommy Bridewell. Un debutto memorabile della Fireblade di ultima generazione, impreziosito oltretutto dall’affermazione di Tom Neave nella Superstock 1000. Di fatto, un weekend che ha cambiato la storia recente della squadra diretta da Havier Beltran.

CAMBIO DI PASSO

Struttura che pone le sue origini dai successi Honda nel World Superbike, dal 2003 si è concentrata esclusivamente sui programmi sportivi nel Regno Unito. Più volte con il supporto diretto HRC (via Ryuichi Kiyonari, tri-Campione BSB), più recentemente con qualche problematica, tanto da sospendere il progetto a tempo pieno nel 2014. Adesso il programma British Superbike è tornato sotto una lente d’ingrandimento della casa madre. Se la CBR RR-R fatica tuttora in altre realtà, nel BSB fino all’ultimo si è giocata il titolo 2020. Riponendo oltretutto grandi aspettative per la stagione 2021 che scatterà il 25-27 giugno prossimi ad Oulton Park.

FILO DIRETTO

Questa ritrovata attenzione dei quadri giapponesi verso i piani di Honda Racing UK hanno permesso alla struttura con base operativa a Louth di intensificare l’impegno. Rinnovata la fiducia a Glenn Irwin, pilota incaricato di sferrare l’assalto al titolo, gli si sono affiancati il giovane Ryo Mizuno e Takumi Takahashi, quest’ultimo sotto contratto diretto HRC. Un attacco a tre punti che ha sancito il via al progetto denominato Honda Superbike Challenge Program. “Negli ultimi mesi ho parlato con Mister Kazuhiko Yamano e mi ha manifestato la sua intenzione di supportare i piloti Honda che corrono in tutto il mondo“, ha spiegato Havier Beltran nel corso della presentazione dei programmi 2021. “Il modo migliore per promuovere questo progetto è stato portare Ryo (Mizuno) nel BSB, così da farlo correre in un campionato di livello e far esperienza imparando molto da Glenn, uno dei piloti più veloci della serie. Questo consentirà a Ryo di crescere nel corso dei prossimi anni per arrivare in un prossimo futuro al mondiale. Prima, tuttavia, dovrà far bene qui nel Regno Unito.

Ryo Mizuno con i colori 2021

Ryo è un ragazzo adorabile e, come pilota, proviene da una buona scuola in Giappone. Parlando di Takumi (Takahashi), si presenta nel BSB da pilota sotto contratto HRC. Abbiamo definito questo programma proprio all’ultimo momento utile. Honda stava cercando una soluzione per farlo correre ad alti livelli in Europa dopo un’esperienza non facile. Takumi è un pilota molto veloce, non si vince alla 8 ore di Suzuka per caso. Honda ci tiene molto e non voleva depauperare l’investimento di questi anni, considerando che ha lavorato molto bene anche da collaudatore MotoGP.

NUOVI COLORI

La livrea delle CBR 1000RR-R riprende il tradizionale tricolore HRC, ma non è stata una scelta dovuta a questa partnership. “Questo cambiamento è dovuto a finalità commerciali“, spiega Beltran. “Con Honda UK puntiamo a promuovere sul mercato non soltanto la nuova Fireblade, ma anche tutta la gamma Honda. Per questa ragione la livrea 2021 riprende i colori del Kit di accessori disponibili per la Fireblade, ad esempio con ben in vista il parafango in fibra di carbonio. La nuova livrea è semplice, riprende inoltre il classico tricolore Honda, così i concessionari del Regno Unito potranno realizzare delle CBR Replica senza particolari problemi“.

SVILUPPO 2021

La nuova CBR 1000RR-R SP è nata sotto una buona stella e si è adattata bene alle specifiche regolamentari del BSB, ma lo sviluppo non si ferma mai. “Abbiamo imparato molto dal 2020“, ammette Harv. “Lo scorso anno, per svariate ragioni, avevamo un po’ le mani legate nello sviluppo, così come altri team. Adesso abbiamo sviluppato più la ciclistica con diversi accorgimenti, a cominciare dal nuovo forcellone.

Il nuovo forcellone 2021

In termini motoristici, possiamo contare su una specifica di propulsore più spinta, con più potenza, ma espressamente sviluppata per sfruttare più l’erogazione ed avvicinare la zona rossa del limitatore. Ci sono ancora 2 o 3 aree da migliorare, ma purtroppo nei test non siamo stati particolarmente fortunati con tanta pioggia. Tuttavia, adesso sappiamo su dove e come mettere le mani…

Su Corsedimoto.com in esclusiva web per la stagione 2021 gli highlights di tutte le gare del British Superbike, spazio TV in prima serata su Sky Sport MotoGP HD: l’annuncio ufficiale con tutti i dettagli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Boris Johnson

Boris Johnson rovina i piani del British Superbike 2021

Superbike

Conclusi i test pre-season del British Superbike: che lotta al vertice!

British Superbike

British Superbike a Donington per gli ultimi test pre-campionato