Lorenzo Savadori

Lorenzo Savadori fra Aprilia e Honda: “Non ho ancora valutato”

Il 26enne romagnolo sta decidendo il suo futuro e resta sul vago. Molte cose fanno ritenere che resterà a disposizione di Aprilia. Per fare cosa, si vedrà

15 febbraio 2020 - 12:23

Lorenzo Savadori avrebbe dovuto preparare le valige per andare a correre in Superbike a Phillip Island con la Kawasaki Pedercini. Invece è tornato da poco dalla Malesia, dove ha girato con Aprilia in qualità di tester-di-riserva, sia con la RS-GP vecchia che con il prototipo 2020. Il divorzio fra Pedercini e lo sponsor GSS ha rimesso bruscamente in gioco il futuro del 26enne romagnolo. Che però non è a piedi, anzi ha due proposte sul tavolo: restare a disposizione di Aprilia, dove potrebbe diventare tester titolare al posto di Bradley Smith, destinato a prendere il posto di Andrea Iannone in caso di squalifica per doping. Oppure andare in Superbike con Moriwaki Honda, che offre la seconda CBR1000RR-R, ma solo a partire dal primo round in Europa, a Jerez, il 28-29 marzo.

C’E’ TEMPO PER VALUTARE

Lorenzo Savadori e il suo manager Fausto Gresini stanno prendendo tempo, in attesa di avere novità sul caso Iannone, che ovviamente incidono sul quadro. “Sono tornato da pochi giorni dalla Malesia, al momento non ho avuto tempo di parlarne con Fausto. Devo ancora entrare nel dettaglio, capire bene quali sono le proposte, su un versante e sull’altro.”

“MOGP DAVVERO BELLA”

Savadori ha parlato con entusiasmo delle giornate trascorse in compagnia dell’Aprilia RS-GP. “E’ molto diversa dalla Superbike, è stata un’esperienza fantastica. Ringrazio Aprilia per l’opportunità che mi ha dato. Inoltre girare a Sepang è stata una vera libidine. Che pista, ragazzi!”

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus in Italia

Coronavirus Italia, bollettino 4 aprile: 681 deceduti, 88.274 i contagiati

MotoGP, Marc Marquez e Rodolfo Garofani

Coronavirus: Rodolfo, bodyguard di Marc Marquez, ritorna a casa

Coronavirus in Italia

Coronavirus Italia, bollettino 3 aprile: 2.339 nuovi contagi, 766 morti