Tavullia in quarantena Coronavirus

L’emergenza Coronavirus nella terra di Valentino Rossi

L'emergenza Coronavirus nelle Marche, a Pesaro e a Tavullia, patria di Valentino Rossi. Si mobilita il Fans Club del Dottore per l'acquisto di mascherine.

3 aprile 2020 - 9:56

Autoritratti ai tempi del Coronavirus. Oliviero Toscani ha lanciato un appello sui social: “Facciamoci tutti l’autoritratto da reclusi, da carcerieri di noi stessi“. All’appello ha risposto anche Valentino Rossi con un selfie “d’autore”, dal suo bunker di autoisolamento a Tavullia, comune di 8000 abitanti nelle Marche. La regione è una delle più afflitte dal virus: 31 nuovi morti nella giornata del 2 aprile, dall’inizio dell’epidemia il bilancio sale a 557. Sono morti 368 uomini e 189 donne, con un’età media di 79,5 anni, quasi tutti (95% circa) avevano altre patologie pregresse. La maggior parte dei decessi si registra in provincia di Pesaro e Urbino (322). Il numero dei positivi al test ammonta a 4.098, buona parte nella provincia di Pesaro e Urbino (1.756).

Pesaro risulta la terza città maggiormente afflitta dal Coronavirus dopo Bergamo e Piacenza, con un aumento della mortalità del 168,8% (fonte Istat). Nel mese di marzo, secondo i dati Gores, sono morte 324 persone contro le 85 dell’anno scorso. Nella provincia di Pesaro le vittime causate dal Covid sono state 283 sulle 477 totali registrate nelle Marche a marzo.

L’EMERGENZA SANITARIA A TAVULLIA

A Tavullia, roccaforte di Valentino Rossi, si contano complessivamente 37 casi, di cui 5 purtroppo deceduti. Tra i cittadini colpiti anche la vicesindaca Laura Macchini, che da qualche giorno ha sconfitto la malattia dopo un mese di isolamento nella sua stanza da letto. Ma la comunità non si arrende, domenica inizierà la consegna dei buoni spesa alle famiglie bisognose casa per casa.

In questi giorni insieme ai volontari di Tavullia, sindaco, assessori e consiglieri comunali, stanno distribuendo alle famiglie 3.000 mascherine ed un piccolo omaggio in vista delle festività pasquali. Anche il Fans Club di Valentino Rossi ha voluto contribuire e acquisterà altre 500 mascherine. Ogni famiglia vedrà ricevere una mascherina a casa da impiegare per fare la spesa. Un bel gesto che pochissimi Comuni in Italia hanno attuato, un segnale di vicinanza che incoraggia i cittadini, costretti a restare dentro casa. Per i bambini arriverà un uovo di Pasqua per regalare loro un sorriso.

La città di Tavullia si trova tra due territori fortemente colpiti dall’emergenza Coronavirus: Pesaro Urbino e Rimini (1.456 contagiati dall’inizio dell’epidemia). Tagliare ogni contatto con questi due centri è impossibile. Ma gli ultimi dati fanno intravedere un lieve calo di nuovi infetti. La fine forse è ancora distante, ma un lumicino in fondo al tunnel inizia ad intravedersi. Intanto da un paio di giorni nel paese di Valentino Rossi apre il check point per i guariti dal Covid-19 al numero 34 di Strada dei Cacciatori. La ripartenza comincia anche da qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales-Joan Mir-Pol Espargarò sul podio di Misano

MotoGP, Maverick Vinales a Misano: “Cos’ha fatto Valentino Rossi?”

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Lin Jarvis sui motori: “Abbiamo ridotto le prestazioni”

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Stagione pazza, ci servono punti”