MotoGP Ducati-Lorenzo è fatta, adesso effetto a catena sul mercato 2017

MotoGP Ducati-Lorenzo è fatta, adesso effetto a catena sul mercato 2017

Accordo raggiunto fra la marca italiana e il cinque volte iridato. Adesso l’effetto a catena: Vinales in Yamaha con Rossi, Pedrosa e Iannone in Suzuki.

1 Commento

L’annuncio  tanto atteso sta per arrivare: Lorenzo è in Ducati al 99%,  restano da sistemare alcuni dettagli ma è praticamente fatta.

Radio Tavullia International, una sorta di Pollo Osvaldo dei giorni nostri, ha “sparato” la notizia nella notte italiana, ovvero quando in Argentina il sole era da poco andato a riposare. Si conclude così  la storia di Lorenzo con la Yamaha e, a questo punto, fanno sorridere molte affermazioni dei giorni scorsi: <Vorrei restare a vita in Yamaha>.

Questa è la battuta  più bella perché Lorenzo, dopo la firma di Rossi-Yamaha arrivata di concerto con altri affari  con VR46, aveva capito che per lui con la casa  giapponese  il tempo era scaduto: anche all’asilo avevano capito che tra i due big sulla M1 ne sarebbe rimasto uno solo.

A questo punto Lorenzo, l’irriverente che parla con i fatti, manda un messaggio importante a Rossi:  “Visto? Ho le palle per andare in Ducati”. E  Borgo Panigale, alla corte dell’Audi,  incontrerà un tester d’eccezione, Casey Stoner col quale insieme a Dall’Igna prepareranno una Desmosedici che fa già sognare.

A questo punto solo il cronometro e i risultati ci diranno se questa scelta è stata giusta, sia da parte di Jorge sia da parte della Yamaha. Ma non finisce qui perché i rumors a Termas de Rio Hondo  vanno avanti di conseguenza con lo spostamento in Ducati di Lorenzo.

Da Radio Tavullia International fanno sapere che al fianco del loro illustre concittadino, cioè Valentino Rossi,  ci sarà Maverick Vinales   ma attenzione attenzione perché Davide Brivio, gran capo Suzuki, sta per prendere Andrea Iannone, grazie alla mediazione di Carletto Pernat. L’abruzzese potrebbe avere come compagno di squadra Pedrosa. A questo punto resta da definire, se così fosse, chi sarà il nuovo compagno di scuderia di Marquez ma non c’è problema: Radio Tavullia International lo anticiperà presto.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. JOE BAR - 12 mesi fa

    OK! Adesso è ufficiale Brusco è impazzito. Prima lo scoop su Manos Limpias e adesso quello sul mercato piloti. Se anche questa è vera faccio di tutto per candidarlo a Premier alle prossime elezioni a capo del PM (Partito dei Motori). Altro che Matteo R.Sarebbe bello vedere un Dream Team Ducati con Lorenzo e Stoner. Chissà che ne pensa Brusco? In Italia, Germania, Australia e forse Spagna, tutti sognerebbero nel proprio garage una Ducati e … un Audi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy