MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso… sarà un mercoledì davvero speciale!

Il team di Valentino Rossi oggi ufficializzerà l'accordo con Ducati per la stagione MotoGP 2022. A Misano Andrea Dovizioso in pista con l'Aprilia RS-GP.

23 giugno 2021 - 8:58

Sarà un mercoledì speciale per due dei piloti MotoGP più amati degli ultimi tempi: Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Nella giornata di oggi è attesa l’ufficializzazione della firma tra Aramco VR46 e Ducati, al termine di una lunga trattativa. Resta appesa ad un sottile filo la speranza di vedere il Dottore sulla Desmosedici nel 2022, ma sembra più una illusione che un’ipotesi plausibile. Probabilmente già oggi verranno confermati Luca Marini e Marco Bezzecchi come piloti del nuovo team “made in Tavullia” ma con sponsor arabo. A quel punto sarebbe la triste anticipazione dell’addio per Valentino Rossi, ormai alle strette con Yamaha e Petronas SRT.

In cantiere c’è un progetto molto importante, grazie al budget sostanzioso messo sul tavolo dal colosso petrolifero Aramco. Una Ducati factory per suo fratello che potrebbe essere affiancato da David Munoz come capotecnico. Un chiaro segnale delle intenzioni della nuova squadra che esordirà in MotoGP il prossimo anno, non certo con il ruolo di semplice comparsa. L’investimento di 20 milioni di euro dovrà portare frutti a breve-medio termine e nell’orbita di Valentino Rossi ci sono mezzi ed esperienza per riuscirci.

Il Dovi a Misano

Nella giornata di oggi Andrea Dovizioso scenderà in pista a Misano con l’Aprilia RS-GP. Si tratta del suo terzo test privato con la Casa di Noale, poi dovrà prendere una decisione. E un chiaro impegno con Massimo Rivola e i vertici del team veneto. L’impressione è che il forlivese non voglia rimettersi in gioco nella classe MotoGP. Potrebbe continuare a svolgere la mansione di collaudatore e magari rigodersi l’adrenalina con qualche wild card nel 2022. Resta una sella libera a sua disposizione, al fianco di Aleix Espargarò che sta facendo evidenti passi avanti nei week-end di gara. Lorenzo Savadori non avrà una seconda chance, l’alternativa si chiama Joe Roberts.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

Max75BA
9:38, 23 giugno 2021

Per il Dovi (classe 66) aver concluso la carriera con la conquista del titolo marche con la Ducati, dopo tre anni da vice campione del mondo non è assolutamente male! Mentre per Rossi non credo che continuerà a correre se non si sentirà competitivo…comunque non deve arrendersi in questa stagione.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”