Valentino Rossi e Brad Binder

Valentino Rossi: “Brad Binder mi ha spinto fuori di 6 metri”

Valentino Rossi parla del corpo a corpo con Brad Binder nell'ultimo round MotoGP in Austria. "Il suo stile di guida è più che aggressivo".

18 agosto 2020 - 17:00

Brad Binder non ha tradito le aspettative di chi si attendeva un’altra sua ottima performance nel round austriaco di MotoGP. Dopo la vittoria a Brno il rookie sudafricano, partito dalla 17esima finestra sullo schieramento, è arrivato ai piedi del podio a Spielberg. Alla ripartenza dopo l’incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli, il pilota KTM si è subito piazzato alle spalle di Valentino Rossi superandolo al giro successivo. Con un sorpasso al limite del possibile la moto arancione si è piazzata davanti alla M1 del veterano senza mai lasciare spiragli aperti.

Una bella sfida per il settimo posto prima che entrambi hanno approfittato delle cadute di Pol Espargarò, Miguel Oliveira e Alex Rins. Risultato finale: Brad Binder 4° e Valentino Rossi 5° miglior pilota Yamaha al termine della gara. Ma tra i due non è mancata la bagarre. “La gara è andata bene, sono stato veloce fino alla fine, Binder ha avuto problemi ai freni ed era molto aggressivo“.

Una sfida all’ultimo giro

Secondo il Dottore non è la prima volta che il sudafricano sfodera una guida più aggressiva del normale: “Binder lo fa, basta guardare la sua storia dell’anno scorso, mi ha spinto fuori a sei metri di distanza. Voglio dire che entra in curva senza farlo, con una velocità così alta che deve girare sull’erba. Penso che questo sia un po’ più che essere aggressivo, ma è andata così“. Valentino Rossi ha potuto spingere fino all’ultimo giro, anzi. “Avevo un buon passo, ho fatto una buona gara fino alla fine, se avessi fatto un altro giro forse avrei superato Binder. Questa non è la pista ideale per la Yamaha, perché soffriamo alla massima velocità. In qualifica, con gomme nuove, abbiamo piloti fortissimi, ma in gara è diverso, perché sui rettilinei si perde tutto“.

3 commenti

giammarle_14427893
12:31, 26 agosto 2020

Lamentino is back !

Ringhietto
21:07, 18 agosto 2020

Quando lo subisci fa male, quando lo fai agli altri sei un eroe…Valentino, riguardati alcuno dei sorpassi che hai fatto in carriere su…

    trediciport_13696908
    15:55, 22 agosto 2020

    Quanto hai ragione, non se ne può più è solo una lamentela continua. Purtroppo ad una certa età il buon senso ha la meglio su tutto il resto e quello è il momento di smettere. Questo è uno sport rischioso e dove si sta sempre sul filo del rasoio e non dovrebbe scordare di quanti sorpassi fuori dai limiti ha fatto e che gli sono stati graziati solo per la quantità spaventosa di soldi che ha portato in questo mondo. Dovrebbe essere più onesto con se stesso e lasciare.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez operato per la terza volta: intervento durato 8 ore

Carlos Checa

MotoGP, Carlos Checa: “In Ducati non c’era l’atmosfera migliore”

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: perchè la stangata è stata inevitabile