MotoGP, Jorge Lorenzo

Papà Chicho: “Jorge Lorenzo non cedere alla tentazione”

Jorge Lorenzo sarebbe tentato dal desiderio di tornare a correre in MotoGP. Suo papà Chicho spera di no: "Resta la spina della Honda".

9 maggio 2020 - 15:59

Papà Chicho si augura di non rivedere suo figlio Jorge Lorenzo in pista per le gare di MotoGP. Un genitore non vorrebbe mai vedere il figlio mettere a repentaglio la propria vita neanche per tutto l’oro del mondo. Tanto più se suo figlio ha già conquistato cinque titoli mondiali e ha dimostrato di essere un vero campione. Nel corso del podcast ufficiale della MotoGP Change the Map, Chicho Lorenzo ha parlato del ritiro di Jorge, della possibilità di rivederlo correre con la Yamaha e ha offerto un’analisi dello stile di guida di Marc Marquez.

IL RUOLO DI TESTER

Pochi mesi dopo l’addio alle corse annunciato a Valencia, Jorge Lorenzo ha comunicato la sua prima wild card con Yamaha. L’epidemia di Coronavirus ha cancellato (momentaneamente) l’evento in Catalunya e bruciato la prima vera occasione per rivederlo sulla sua amata M1. Una decisione non anomala che “abbiamo visto in altri piloti, come il caso di Sete Gibernau che ha lasciato e poi è tornato. E molti piloti che volevano tornare e non hanno potuto farlo. Jorge è in sella a una moto da quando aveva tre anni, tutta la sua vita ruota attorno al suo sport, alla sua professione. Ciò ha significato avere un ritmo frenetico della vita e all’improvviso ha frenato“.

LA TENTAZIONE DI JORGE

La decisione di ritirarsi è arrivata in un momento difficile della sua carriera. Al termine di una stagione MotoGP costellata di infortuni, in cui non ha mai instaurato un feeling con la Honda RC213V. “Nessuno si ritira quando si sta divertendo e sta raggiungendo i suoi obiettivi“, ha aggiunto il papà di Jorge Lorenzo. “Ti ritiri quando gli aspetti negativi pesano più di quelli positivi sulla bilancia. Ti liberi dalla pressione ma resta un vuoto enorme. Come lo riempi? Inizi a guardare e l’opzione di essere un tester e jolly è perfetta“. La tentazione di tornare a pieno regime in MotoGP esiste, ma Chicho spera non si concretizzi. “C’è questa possibilità, ma spero che alla fine non tornerà alle gare… Gli resta la spina della Honda e in qualche modo gli piacerebbe rimuoverla e dire ‘hey posso ancora vincere le gare‘”.

IL PRIMATO DI MARQUEZ

Condividere il box con Marc Marquez richiede molto coraggio. Ma non ha giocato a favore di Jorge Lorenzo. Dal pilota di Cervera non si può che imparare: “Sarebbe bello imparare da lui… Marquez è unico, sarebbe interessante studiare il suo modo di guidare“. Come è possibile battere il campione di MotoGP? “Devi sudare, devi essere un pilota molto regolare ma anche vincere gare. Marquez è anche umano, anche se sembra che non lo sia, e talvolta commette errori. Quando spinge troppo forte, fa errori… Chi potrebbe farlo? È complicato, a breve termine – ha concluso Chicho Lorenzo – non vedo nessuno che possa battere Marc“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Pensavo che Lin Jarvis volesse licenziarmi”

motogp miller

MotoGP: Jack Miller, guerra alle Yamaha. “Evitando visiere a strappo!”

motogp catalunya sky sport

MotoGP, Barcellona: Orari del 27/09, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8