MotoGP, Valentino Rossi in Styria

MotoGP, Valentino Rossi: Yamaha gli propone una nuova carica

Valentino Rossi non brilla nelle qualifiche MotoGP in Styria. Dopo l'addio Yamaha gli proporrà il ruolo di ambasciatore del marchio.

8 agosto 2021 - 7:46

Valentino Rossi scatterà dalla 17esima posizione in griglia nel round MotoGP in Styria. Problemi di bilanciamento per il pilota Petronas SRT alla sua ultima stagione nel Mondiale. Dal mattino ha provato a lavorare sul setting della M1, ma le alte temperature hanno messo in difficoltà l’angolo di box VR46. Nell’incontro a distanza con i media qualcuno gli chiede se annunciare l’addio con largo anticipo non possa deconcentrarlo. “Sai, in Italia siamo davvero molto superstiziosi. Non lo diciamo noi! Francamente, questa non è una buona domanda“. Ci pensano i vertici Yamaha a legarlo per sempre al suo mondo: il pesarese sarà ambasciatore del marchio.

Rischio pioggia e incrocio con Pedrosa

Si prevede una grande quantità di acqua al Red Bull Ring in vista della gara odierna. Una situazione che mette in allarme non solo Valentino Rossi, ma l’intera Safety Commission. L’attenzione è puntata sulla curva 3, di per sé pericolosa anche sull’asciutto. “Dipende molto da quanto piove e da quanta acqua abbiamo. Se sarà una normale gara sul bagnato, con una normale quantità d’acqua, sarà una gara come tante sul bagnato. Ora il rischio è che ci sia troppa acqua. Con troppa acqua sarebbe un problema e non dovremmo correre perché sarebbe pericoloso, qui come altrove“.

A distanza di quasi tre anni dall’addio alla MotoGP Dani Pedrosa è ritornato a impressionare nei panni di wild card. Il Dottore si è detto impressionato per la sua prestazione, specie nelle FP4, dove è arrivato 6°. “L’ho seguito e lui ha seguito me, quindi ho visto il classico stile Pedrosa: è molto pulito. Dopo tre anni fuori pista, è davvero impressionante e voglio congratularmi con Dani“. Il confronto tra veterani lascia sognare, in molti ancora non riescono ad immaginare al Mondiale senza Valentino Rossi. Nessuna possibilità di ripensamento? “Come ho detto, tutto dipenderà dai risultati. Quindi se diventerò campione del mondo, correrò anche l’anno prossimo (ride)! No, spero che possiamo fare delle belle gare nella seconda metà e che possiamo essere più competitivi rispetto alle prime gare“.

Rossi ambassador Yamaha

Intanto a Iwata stanno pensando di celebrare al meglio la sua gloriosa carriera e la fedeltà al marchio. Yoshihiro Hidaka, presidente di Yamaha Motor Company, propone di nominarlo ambasciatore del marchio. “Siamo tutti molto felici che Valentino abbia scelto di rimanere un pilota Yamaha fino alla fine della sua carriera in MotoGP e oltre. Siamo orgogliosi di aver fatto parte della sua unica storia di successo. Conserveremo per sempre i preziosi ricordi che abbiamo creato insieme e speriamo di poterli proseguire con lui come ambasciatore del marchio“. Valentino Rossi e Yamaha insieme hanno collezionato 264 gare dal 2004, 56 vittorie, 46 secondi posti e 40 terzi posti, quattro titoli mondiali MotoGP nel 2004, 2005, 2008 e 2009.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Da Dovizioso aspettiamo info su Ducati”