MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Stagione pazza, ci servono punti”

Valentino Rossi in Catalunya con l'obiettivo podio per scalare la classifica MotoGP. "Stagione pazza, campionato aperto, importante fare punti".

23 settembre 2020 - 17:00

Valentino Rossi arriva al Gran Premio di Catalunya dopo la caduta di Misano/2. Sarà un’occasione di pronto riscatto per il pilota di Tavullia, che necessita di un buona prestazione per non scendere dal treno iridato. Il layout catalano vanta un lungo rettilineo dove le Yamaha M1 soffriranno la potenza dei motori avversari, ma tra le curve tecniche si destreggia bene, come dimostrano i risultati delle passate stagioni MotoGP.

Un appuntamento da non sbagliare

Il Dottore occupa la nona piazza in classifica a -26 dal leader provvisorio Andrea Dovizioso. Il Montmelò è pane per i suoi denti, qui è salito sul gradino più alto del podio per dieci volte in carriera, sette in classe regina. Ha ottenuto cinque secondi posti nel 2003, 2007, 2008, 2014 e 2015 e ha aggiunto un terzo posto al suo conteggio nel 2018. “Questa è una pista che mi piace molto, ma è diversa da Misano – spiega Valentino Rossi -. L’asfalto e le condizioni saranno diversi, ma penso che possiamo fare un buon weekend di gara lì. È importante prendere dei punti. Non sono così lontano dalla vetta della classifica e il campionato è ancora aperto. Questa stagione è stata pazza e ci sono ancora molte gare in arrivo, quindi faremo del nostro meglio“.

Catalunya snodo iridato

In Yamaha sanno bene che questo round di MotoGP è fondamentale per puntare al Mondiale. Maverick Vinales è reduce dalla vittoria di Misano, Fabio Quartararo dal quarto posto (Valentino Rossi secondo zero stagionale). La chiave del successo restano le qualifiche. Quando le M1 si ritrovano nella mischia consumano più gomma e superare diventa complicato. “Siamo completamente concentrati nel mantenere i progressi che abbiamo fatto a Misano – dice Maio Meregalli -, soprattutto perché Monster Energy è anche il title sponsor di questo round. Siamo ormai a metà stagione e il campionato è molto vicino. Dobbiamo dare il 100% in ogni sessione, perché partire davanti sarà la chiave per ottenere buoni risultati“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

zarco motogp

MotoGP: Zarco salva la Ducati a Teruel. “Ma mi preparo per il 2021”

MotoGP, Aleix Espargaro a Teruel

MotoGP, Aleix Espargarò: “Mi dispiace superare così Dovizioso”

fernandez moto2

Moto2: Augusto Fernández operato per sindrome compartimentale