ana carrasco

Ana Carrasco, inizia la riabilitazione: le cicatrici sulla schiena

Ana Carrasco, l'immagine delle attuali condizioni della sua schiena. In questi giorni l'iridata Supersport 300 è tornata a casa, è iniziato il processo di recupero in ottica 2021.

23 settembre 2020 - 18:40

Ana Carrasco è tornata a casa nella giornata di lunedì dopo l’intervento alla schiena. Già scattato il recupero in ottica 2021, con tutte le precauzioni del caso, ma conscia del fatto che chiaramente sarà una questione piuttosto lunga. Oggi l’iridata Supersport 300 2018 ha anche mostrato le conseguenze dell’operazione, nello specifico la cicatrice presente ora sulla sua schiena.

Un primo passo verso il recupero per la pilota murciana, impegnata nella giornata odierna in una delle prime sessioni di fisioterapia. “Dicono che quello che non ti uccide ti rende più forte… bene, eccoci qui, con tanta voglia di tornare più forti di prima.” Queste le parole che hanno accompagnato l’immagine pubblicata sui social. Un’ulteriore dimostrazione della forza d’animo di Carrasco, ormai KO per il resto della stagione ma già determinata ad essere nuovamente protagonista nel 2021.

Una forza che trova riscontro anche nei messaggi arrivati nel corso di questo periodo. Colleghi piloti, personale del paddock o semplici appassionati hanno voluto far sentire la propria vicinanza alla pilota. Eloquente poi quanto successo nel corso del round Superbike in Catalunya. Jonathan Rea, appena vinta Gara 1, ha realizzato il giro d’onore con la maglia ‘Ride like a girl’ (quella del titolo mondiale di Carrasco), portandola anche sul podio. Il giorno prima aveva fatto visita alla collega ancora ricoverata alla Clinica Dexeus.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ana carrasco supersport 300

UFFICIALE Ana Carrasco-Provec Kawasaki, rinnovo con vista al titolo 2021

barnabo ducati barni superbike

Superbike, Barni Racing: “Essenziale trovare il budget per l’intera stagione”

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”