MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Corro anche nel 2021 e poi mi fermo”

Valentino Rossi conferma che proseguirà anche nella stagione MotoGP 2021: "Non ho tempo per decidere, giusto fermarmi il prossimo anno".

25 aprile 2020 - 12:39

Valentino Rossi prenota un ticket per la stagione 2021 di MotoGP. Durante un’intervista con il compagno di squadra Maverick Vinales e il commentatore Matt Birt, il campione di Tavullia ha ammesso che la situazione attuale non è il modo in cui vorrebbe chiudere la sua illustra carriera. Quindi la firma con Yamaha Petronas SRT è vicina.

Nelle ultime ore Lin Jarvis aveva lanciato una precisa richiesta al Dottore. Considerata l’eccezionalità degli eventi non ci sarà modo di correre 6 o 6 GP prima di prendere una decisione. La stagione 2021 va programmata con anticipo, bisogna parlare con tecnici e sponsor in anticipo. Attendere qualche gara potrebbe significare, nella migliore ipotesi decidersi verso ottobre o novembre. Impossibile nella classe MotoGP. Ed ecco che Valentino Rossi conferma di avere la giusta motivazione per continuare.

IL DOTTORE SCIOGLIE OGNI DUBBIO

La sua strategia di attesa dovrà essere rivista. “Sono in una situazione difficile perché, come ho detto, la mia prima opzione è quella di provare a continuare“, ha detto il nove volte iridato. Non può permettersi il lusso di attendere la ripresa della stagione MotoGP, ammesso non venga annullata. “È molto importante capire il livello della competizione perché soprattutto nella seconda parte dello scorso anno abbiamo sofferto moltissimo. Troppe volte ero troppo lento e ho dovuto combattere al di fuori della top-5. Nella mia mente avevo un altro anno con il team factory e avevo bisogno di tempo per capire se posso essere veloce“.

Il nuovo capomeccanico David Ruiz, il difficile feeling con il posteriore, il passaggio ad un team satellite. Questi ed altri i punti interrogativi che solo la pista avrebbe sciolto. “Il problema è che non ci sono corse per via del virus – ha aggiunto Valentino Rossi -. Quindi dovrò decidere prima di correre, perché nella situazione più ottimistica cominceremo nella seconda metà della stagione. Comunque voglio continuare, ma ho dovuto prendere questa decisione senza gare. Non è il modo migliore per fermarsi, perché la situazione è che forse non gareggeremo nel 2020. Quindi è più giusto per me fare un altro campionato e fermarmi alla fine del prossimo. Quindi spero di continuare nel 2021“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KALEX Moto2

Moto2, la tecnica: il dominio del telaio KALEX

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, Tardozzi: “Jack Miller-Ducati, vicini ad una decisione”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi, Franco Morbidelli e la favola di Tavullia