MotoGP, Valentino Rossi a Jerez

MotoGP, Valentino Rossi arranca con le gomme: nella FP2 prova la hard

Valentino Rossi fuori dalla top-10 nella FP1 del GP di Jerez di MotoGP. Maverick Vinales trova subito un buon set-up per la sua Yamaha YZR-M1 2020.

17 luglio 2020 - 13:06

I piloti del team Monster Yamaha MotoGP Maverick Vinales e Valentino Rossi hanno terminato la FP1 di Jerez rispettivamente in seconda e tredicesima posizione. Lo spagnolo dista appena 24 millesimi da Marc Marquez, il Dottore oltre sette decimi. Il campione di Tavullia continua ad accusare il solito problema riscontrato in passato sul tracciato andaluso. Un eccessivo scivolamento della ruota posteriore che causa mancanza di aderenza soprattutto nelle curve 11-12. Ha montato una gomma media al posteriore, al pomeriggio potrebbe optare per una mescola dura all’anteriore e tentare di riequilibrare l’assetto della sua M1.

Ancora una volta c’è un gap sostanzioso tra Valentino Rossi e il suo collega di box. “Oggi, al mattino, la pista aveva condizioni migliori“, ha spiegato Valentino Rossi, che ha migliorato di un decimo il tempo segnato nel test MotoGP. “Il circuito era più veloce perché la temperatura non era così elevata come durante il test di mercoledì. Abbiamo provato a fare molto lavoro, ma il nostro ritmo non è così veloce. Quindi dobbiamo migliorare il feeling con la moto e le gomme. Vedremo questo pomeriggio“.

Vinales prenota la prima fila

Mentre la sessione di questo pomeriggio sarà importante per lavorare sul ritmo della gara, le condizioni più calde potrebbero costringere a puntare sulla FP3 di sabato mattina per accedere alla Q2. Nel finale della FP1 Maverick Vinales ha trovato un buon tempo solo nel finale. Gran parte della sessione di prove libere l’ha sfruttata per trovare il miglior set-up. “La FP1 è stata molto produttiva, abbiamo provato molte cose“, ha detto Vinales. “Abbiamo anche lavorato sul ritmo gara, che abbiamo migliorato di molto. Sono così eccitato per le qualifiche e per iniziare la gara, perché sento che il mio livello è buono. Oggi pomeriggio lavoreremo molto duramente per prepararci alla gara. Sarà molto importante per noi cercare di guadagnare grip, come sempre, soprattutto con queste temperature calde dell’asfalto“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

smith aprilia motogp

MotoGP, Bradley Smith: “Alla Aprilia RS-GP 2020 manca tempo in pista”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso senza alibi: “A Brno grandi aspettative”

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP: tanti colpevoli nell’affare Marc Marquez