miller motogp

MotoGP, Stiria: 1-2 Ducati con Miller e Dovizioso nelle FP1

Ducati che svettano nelle prime libere MotoGP con Jack Miller ed Andrea Dovizioso. Terza piazza per Miguel Oliveira, classifica in un secondo!

21 agosto 2020 - 10:47

La MotoGP riparte al Red Bull Ring con le Ducati al comando della classifica dei tempi. Jack Miller svetta in queste prime libere, lo segue Andrea Dovizioso ad appena 4 millesimi. I ragazzi della rossa vogliono ricominciare da dove si sono fermati pochi giorni fa ed è sicuramente un’ottimo via in questo senso. Buon terzo posto per la KTM di Miguel Oliveira, determinato a lasciarsi alle spalle l’incidente col compagno di marca Espargaró, oltre che ad emergere sul tracciato di casa del suo team. Da sottolineare tutta la griglia racchiusa in poco più di un secondo! Libere 2 al via alle 14:10.

Mentre tiene ancora banco la polemica seguita all’incidente di pochi giorni fa, si torna in azione. Ricordiamo che, compatibilmente col poco tempo a disposizione, sono state apportate le modifiche che vediamo nella foto qui in alto. Bradl è ancora in pista al posto di Marc Márquez con Repsol Honda, seconda gara stagionale per Pirro che sostituisce Bagnaia in Pramac Ducati. Zarco trascorre il venerdì al box, mentre ricordiamo che Rins e Crutchlow ancora non sono al 100% per gli infortuni di Jerez.

Non sembra mancare qualche altro problema ai freni per Quartararo, mentre Nakagami si mette in evidenza in questa prima sessione di libere, prendendo presto il comando davanti a Dovizioso. Sul finale ecco che si stravolge la classifica per l’ultimo assalto, oltre ad avere un incidente alla curva 4 con protagonista Rabat. Svettano sul finale le rosse: Jack Miller ed Andrea Dovizioso si assicurano la testa della classifica, con Miguel Oliveira davvero poco lontano.

La classifica 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto3

Moto3: Ecco i cinque esordienti del 2021 (e nessun italiano)

beaubier moto2

Moto2: Cameron Beaubier, primi test interessanti. Già pronto a sorprendere?

Valentino Rossi, MotoGP Portimao 2020

MotoGP, Hofmann: “Valentino Rossi al di sopra dei risultati”