MotoGP, Francesco Guidotti

MotoGP, sfida rookie in casa Ducati. Guidotti: “Sono situazioni diverse”

Enea Bastianini e Jorge Martin si contendono il titolo rookie dell'anno per la stagione MotoGP 2021. Francesco Guidotti fa un primo bilancio stagionale.

5 novembre 2021 - 12:02

I giochi iridati non sono definitivamente chiusi nella classe MotoGP. Fabio Quartararo ha vinto il Mondiale Piloti a Misano-2, ma restano aperte le classifiche Costruttori e Team, dove a giocarsela sono ancora una volta Yamaha e Ducati factory. Ma c’è anche una sfida tutta interna alla Casa emiliana, quella per il titolo ‘rookie of the year’. Enea Bastianini e Jorge Martin vogliono affermarsi come miglior debuttante della stagione MotoGP 2021 e sono quasi testa a testa (87 a 82 per il romagnolo).

Destini diversi con moto diverse in questo primo anno in classe regina. “Enea Bastianini ha un deficit tecnico importante rispetto a Jorge Martin – ammette Francesco Guidotti, team manager Pramac -. Però è anche vero che la responsabilità era diversa e gestire questa responsabilità di dover portare risultati importanti, perché hai un trattamento tecnico di ultimo livello, è una ulteriore difficoltà da gestire come rookie. Guardando da tutti i punti di vista, uno ha rispettato le aspettative, ha vinto la prima gara da rookie e non è poco. Enea sta crescendo in un contesto tecnicamente di livello inferiore“.

Alti e bassi di Martin e Zarco

A influire su questa speciale classifica c’è anche l’infortunio di Jorge Martin rimediato lo scorso aprile a Portimao. Ha subito un triplice intervento che lo ha tenuto fuori per 4 Gran Premi, tanto da fargli meditare il ritiro dalla MotoGP. “Sembra una riflessione di una persona cosciente e matura, di una persona che ha affrontato una problematica importante. E ci è passato sopra con slancio – aggiunge Guidotti -. Quindi sta facendo quello che gli piace fare con maggiore consapevolezza dei rischi. Il fatto che ci abbia pensato significa che non è un incosciente“.

Nel box Ducati Pramac si attende però anche il ritorno delle prestazioni eccellenti di Johann Zarco. “Mi auguro che ritorni alle prestazioni di inizio stagione. Non solo lui ma un po’ tutti hanno avuto una fase di calo. L’unica che non l’ha avuta è Quartararo ed ha vinto il Mondiale. Restare ad un certo livello per tutto l’anno non è facile e quei pochi che ci riescono vincono il Mondiale“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022