MotoGP, Razlan Razali

MotoGP, Razlan Razali-Petronas: una donna la causa del divorzio?

Razlan Razali svela alcuni retroscena sul divorzio dal main sponsor Petronas. Nella stagione MotoGP 2022 esordirà il suo nuovo team.

26 ottobre 2021 - 9:19

Razlan Razali ha annunciato il nuovo main sponsor WithU per la prossima stagione MotoGP. Ma parla del divorzio da Petronas per la prima volta, in maniera chiara. La partnership con il colosso petrolifero malese sembrava intaccabile e invece si è concluso improvvisamente, come un fulmine a ciel sereno ad inizio estate. Le prime notizie sono trapelate in occasione della ripresa del campionato agli inizi di agosto, ma qualcosa covava sotto la cenere già nei mesi precedenti. I tempi per il rinnovo del contratto stringevano e dalla Malesia hanno fatto sapere di non volere ridurre il budget. “Volevano darci meno soldi. Ho risposto: ‘Non possiamo farlo per meno soldi’. Ho chiesto un leggero aumento del budget a giugno. Guardando indietro ora, avrei dovuto accettare questa offerta da giugno“.

I colloqui sono stati inizialmente rimandati, poi l’incontro con il responsabile marketing è stata una doccia fredda. “Contavo su due possibilità. O dicevano ‘Non c’è altra offerta. Questo è quello che paghiamo’. Oppure avrebbero continuato i negoziati“, aggiunge Razlan Razali a Speedweek.com. “Invece, hanno scelto di ritirarsi. Non ci hanno dato l’opportunità di discutere di nuovo“. Per mezzo del nuovo CEO del Circuito di Sepang è stato fissato un incontro con i vertici Petronas, ma nulla da fare. L’emergenza Covid ha costretto a rivedere gli investimenti. Questa era quantomeno la versione ufficiale.

Tre donne in casa Petronas…

Il team satellite di MotoGP ha dovuto incassare il colpo. Ma i conti non tornano, perché il coinvolgimento in Formula 1 con Mercedes costa molti più soldi. “Esattamente. Abbiamo detto esattamente la stessa cosa. Siamo partiti molto bene con il nostro team MotoGP. Quando Petronas è entrato in Mercedes nel 2010, ci sono voluti alcuni anni per vedere i successi“. Invece la squadra formata da Franco Morbidelli e Fabio Quartararo ha subito portato grandi risultati. “Abbiamo ricevuto meno del 5% di quanto pagavano in Formula 1“, ha proseguito Razali, che non nasconde qualche dissidio interno…

Datin Anita Azrina Abdul Aziz, capo delle comunicazioni strategiche di Petronas, non andava d’accordo con Razlan. “Poi quella persona ha lasciato Petronas. Nel 2018 due nuove donne sono venute in Petronas come mie interlocutrici“. Le cose procedevano nel modo migliore, giovani piloti malesi stavano prendendo confidenza con il Motomondiale, vedi Syahrin e Khairuddin. Petronas ha concluso accordi di branding con Dorna. “Tutto era pura felicità, sembrava fantastico“. In estate una strana coincidenza… “Le due donne che sono arrivate nel 2018 hanno lasciato Petronas, e la stessa signora con cui litigavo è tornata… boom!“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dennis Foggia e Jorge Lorenzo

Valentino Rossi apre le porte del Ranch: sabato pomeriggio all’Americana

Andrea Iannone

Andrea Iannone sul filo della vita: futuro in TV o ritorno in pista

MotoGP, Shinichi Sahara

MotoGP, Suzuki cerca il team manager. Sahara: “Problema risolto”