MotoGP. vertici Petronas SRT

MotoGP, Petronas lascia il Mondiale: progetto SRT a rischio

Il colosso petrolifero Petronas lascia la MotoGP a fine campionato. Il SRT di Razlan Razali chiuderà i team Moto2 e Moto3 e intanto cerca gli eredi di Morbidelli e Rossi.

14 agosto 2021 - 7:48

La squadra MotoGP diretta da Razlan Razali e Johan Stigefelt non naviga in buone acque e presto il colosso petrolifero Petronas potrebbe chiudere i rubinetti finanziari. Dal team non smentiscono la notizia e dopo tre anni la partnership commerciale potrebbe chiudersi definitivamente. Una bella batosta per la scuderia che però non si arrende. “A Silverstone sveleremo la nostra strategia, prima di allora no comment“, dice Stigefelt.

In Gran Bretagna dovrebbe sicuramente arrivare l’annuncio di Darryn Binder, oggi in Moto3 e che aveva già firmato per la Moto2, come pilota 2022. Ma nel paddock gira sempre più insistente pure la voce che in un prossimo futuro Razali e Stigefelt potrebbero acquisire dal circuito di Sepang la proprietà del team. Petronas non estenderà la sua title sponsorship del Sepang Racing Team nelle classi MotoGP, Moto2 e Moto3. SRT ha deciso di continuare in MotoGP solo “sotto una nuova entità indipendente”.

Sepang Racing Team nuova realtà

Petronas, title sponsor del Sepang Racing Team nelle classi MotoGP, Moto2 e Moto3, non rinnoverà l’accordo per la stagione 2022. “SIC desidera ringraziare Petronas per il supporto incrollabile durante la partnership e per lo straordinario viaggio insieme“, ha affermato Azhan Shafriman Hanif, ad del Sepang International Circuit (SIC). “Rispettiamo la decisione di Petronas e abbiamo convenuto di comune accordo che questa partnership ha raggiunto il suo scopo e i suoi obiettivi. Abbiamo goduto di una partnership significativa, con grandi risultati e momenti memorabili con il team“.

Petronas è apparsa per la prima volta come title sponsor del Sepang Racing Team Moto2 e Moto3 nel 2018, prima di accettare di finanziare il nuovo progetto MotoGP con Yamaha per il 2019. Dal prossimo anno l’attenzione sarà focalizzata solo sulla classe regina. Inoltre la partenza di Petronas lascia capire perché Razali abbia dato subito l’ok a Franco Morbidelli nel trasferirsi nella squadra factory. E intanto si va alla forsennata ricerca di due piloti per il prossimo campionato in Top Class.

1 commento

makiland
9:00, 14 agosto 2021

Che spariscano dal pianeta … questo è il mio sincero augurio a questo Team Ombra che ha solo fatto da “disturbatore” senza mai poter competere con le squadre VERE … Povero VR, costretto dalle circostanze e dal mercato impazzito a correre per una banda di pirati senza etica nè stile. Si vergognino e che abbiano sfiga eterna nelle loro “imprese piratesche”.
Questo ho sempre scritto e ribadito sui malesi e sono orgoglioso di aver avuto ragione. ADDIO Razali !!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marc marquez motogp

MotoGP, Márquez in tandem con Bradl: “Così sono passato in Q2”

stefano nepa moto3

Moto3 UFFICIALE C’è Stefano Nepa per il Team MTA nel 2022

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike