MotoGP, Razlan Razali

MotoGP, Razali: “Test Qatar sarà sufficiente per Petronas SRT”

Razlan Razali accetta di buon grado la cancellazione del Test MotoGP a Sepang. La nuova line-up pilota sarà presentata in un evento online.

15 gennaio 2021 - 9:43

La cancellazione del test MotoGP al Sepang International Circuit non è stata una bella notizia per il team Yamaha Petronas. Razlan Razali avrebbe voluto presentare sul circuito di casa la nuova line-up, formata da Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Ma la decisione della Dorna viene accolta di buon grado, consapevoli che l’emergenza Covid-19 costringe a prendere decisioni drastiche e sofferte. Tant’è che i container con buona parte dell’attrezzatura dei team era in viaggio verso la Malesia già da dicembre. La direttiva per l’annullamento della prima uscita MotoGP è stata presa dai territori federali di Selangor, Melaka, Penang, Sabah e Johor per frenare la diffusione della pandemia.

Una decisione condivisa 

Nei piani del team satellite ci sarebbero tre test privati ​​nei paesi europei, a seconda dell’approvazione del dipartimento per l’immigrazione dei Paesi ospitanti. “Capisco che Dorna Sports annulli un altro test che avrebbe dovuto tenersi sul circuito di Jerez dal 16 al 18 marzo a causa del Coronavirus“, ha detto alla stampa malese. “Tuttavia, credo che il test in Qatar sia più che sufficiente al nostro team per migliorare le moto. In particolare l’aerodinamica, inclusa la perdita di peso“.

L’amministratore delegato del circuito, Azhan Shafriman Hanif, ha dichiarato che posticiperà tutte le attività automobilistiche durante il periodo di implementazione del PKP. Incluso il secondo e ultimo round del campionato Superbike malese (MSBK) che dovrebbe svolgersi dal 20 al 22 gennaio. “Con il recente aumento del numero di contagi, la sicurezza e la salute delle persone coinvolte rimane una priorità. Non possiamo correre rischi con la loro salute“.

Una line-up di grande eco

Probabilmente la presentazione del team Petronas SRT 2021 si terrà online come per il team Yamaha factory. Razlan Razali sa bene l’eco mondiale di Valentino Rossi, soprattutto dal punto di vista del marketing. La presenza della leggenda italiana è anche dovuta a motivi commerciali oltre che tecnici e professionali. Il suo innesto nel box malese porterà una ventata di esperienza e la luce dei riflettori su una squadra già vincente. “Non vedo l’ora di guidare con Franco. Dopotutto, è un nostro pilota“, ha detto il campione di Tavullia. “Se cinque anni fa avessi detto a me o a Franco che avremmo condiviso una squadra nessuno di noi ci avrebbe creduto“. Un sogno che diventa realtà, una pagina storica per il Motomondiale e per l’Academy. “All’epoca non era né concepibile per lui né per me, perché forse a quel punto avrei smesso“. Invece il Dottore entrerà nella sua 26esima stagione mondiale, la 22esima in classe regina.

2 commenti

makitari_15179021
18:24, 15 gennaio 2021

Razali … mi ricorda i film sul Vietnam con i vietnamiti cattivi …
Spero di sbagliare, ma … guardate bene la foto … lasciereste un vostro figlio/a nelle mani di uno con un’ espressione tanto dolce ?
Lui vuole vincere … giusto, ma credo che in fondo giocherà un ruolo ambiguo con Vale … ritorno di immagine … si … sviluppo della moto … forse …
Tremo per VR e spero di sbagliarmi …

    makitari_15179021
    19:18, 16 gennaio 2021

    Rispondo a me stesso …
    ma si …checcefreg-a delle gomme … no ?
    In un mondiale contno come le ombrelline …
    o meno ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mv agusta forward moto2

Moto2: ecco MV Agusta Forward Racing 2021 con Baldassarri, Corsi e Marcon

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Alberto Puig pungente: “Non ci aspettiamo di perdere”

pol espargaro motogp

MotoGP, Pol Espargaró: “Ricominciamo a sentire lo spirito delle corse”