MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Misano è pronta: Valentino Rossi verso l’annuncio

Misano pronta ad accogliere il doppio round MotoGP del 13 e 20 settembre. Valentino Rossi potrebbe annunciare il contratto con Yamaha Petronas SRT.

25 agosto 2020 - 13:44

In una stagione MotoGP contraddistinta dall’emergenza Coronavirus e dagli spalti vuoti, Misano rappresenterà il primo spiraglio di luce. Sarà la gara di casa per Valentino Rossi che probabilmente annuncerà ufficialmente il rinnovo di contratto, stavolta col team satellite Yamaha Petrons SRT.

Saranno in diecimila ad occupare gli spalti in ogni singola giornata del week-end e il governatore Stefano Bonaccini ha dovuto spegnere sul nascere ogni polemica. I focolai di contagi iniziano a crescere anche se non in maniera preoccupante, ma gli organizzatori non hanno nessuna intenzione di fare dietrofront, perché tutto verrà studiato nei minimi particolari. “Avviato lo smontaggio dei seggiolini, che saranno riposizionati per mantenere la distanza fisica superiore a un metro. L’impianto scende al 10% della capienza complessiva – si legge in una nota -. Sarà occupato circa il 25% dei posti in tribuna“.

30mila fan alla corte di Misano

Per la prima volta in carriera Valentino Rossi correrà ben due GP sul tracciato di casa. Dall’11 al 13 settembre (GP San Marino) e dal 18 al 20 settembre (GP dell’Emilia Romagna). Sarà un’ottima vetrina per pubblicizzare il territorio nel mondo e sicuramente attirerà turisti da ogni angolo d’Italia, sebbene l’accesso all’autodromo sia limitato. Una scelta coraggiosa che però è oggetto di critiche per via del rimontare della pandemia sia sul territorio locale che nazionale. Nei week-end tradizionali in autodromo entravano 150mila spettatori, di cui 100mila nel giorno di gara. Quest’anno saranno in 30mila scaglionati in tre giorni. “Si eviterà di entrare nei prati, si potrà entrare solo sedendosi sulle tribune, con il giusto distanziamento tra un posto e l’altro“, spiega Boccaccini.

19 gli ingressi per l’accesso all’autodromo, oltre 700 steward che garantiranno la massima sicurezza. Qualsiasi spostamento dovrà essere coordinato insieme ad un addetto alla sicurezza. Ognuno avrà il suo posto assegnato con biglietto nominale e la data del 13 settembre è già soldout da tempo. Sarà una giornata di festa e di sport per i tifosi di Valentino Rossi, che attendono l’annuncio, e del Motomondiale. Ancora pochi biglietti disponibili per la data del 20 settembre. “L’impianto sarà blindatissimo – assicura l’autodromo – per ridurre i rischi di contagio“. Sarà una prova generale in vista dell’ultima round MotoGP di Portimao in programma a novembre. Lì sono previsti fino a 50mila spettatori, ma fino ad allora tutto è ancora possibile.

2 commenti

Macx
17:38, 25 agosto 2020

Da ammiratore di Valentino spero che annunci il ritiro.

    More_Pills
    14:02, 26 agosto 2020

    Giusto: a 41 anni è l unico che ci mette sempre una toppa in casa Yamaha quando gli altri giovani non lo fanno, l’unico che fa veramente pressione sui problemi della moto ed è l’unico che, malgrado le brutte qualifiche, guadagna sempre posizioni. Uno come Vale, purtroppo per te, serve ancora, specie alla Yamaha.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi pronto a firmare: “Mi spiace per Alex e Brent”

Crutchlow MotoGP

MotoGP, Cal Crutchlow idoneo: “Fino a ieri impossibile pensare di correre”

motogp catalunya

MotoGP, Andrea Dovizioso: “La stagione in un certo senso inizia adesso”