MotoGP, Jack Miller GP Mugello 2021

MotoGP, Miller-Morbidelli contro Marquez: “Difficile mantenere la calma”

Qualifiche MotoGP movimentate al Mugello, con Marc Marquez che ha seguito Maverick Vinales come um'ombra. I commenti di Jack Miller, Franco Morbidelli e altri piloti.

29 maggio 2021 - 22:41

Dopo il venerdì di prove libere MotoGP al Mugello Jack Miller ha rivolto parole molto sarcastiche nei confronti di quei piloti in attesa della scia. Nel corso delle FP2 un gruppetto di otto piloti ha rallentato il suo time attack perché giravano lentamente in attesa del cavallo vincente da seguire. “Un gruppo di clown“, li ha definiti il pilota australiano della Ducati. Nel corso della Q1 si è ripetuta la “scenetta” con Jack che se la rideva seduto ai box davanti allo schermo. Stavolta il pilota in attesa non era uno qualsiasi, ma l’otto volte campione del mondo Marc Marquez.

Il Cabroncito ha seguito come un’ombra la Yamaha di Maverick Vinales, persino quando questi è rientrato ai box nel tentativo di liberarsi dalla marcatura a uomo. “Non è il mio genere, sta succedendo tra questi ragazzi – ha commentato Jack Miller dopo le qualifiche MotoGP -. Non c’è molto che puoi fare se non quello di fare il tuo giro. Ma è molto, molto difficile mantenere la calma. È come un gioco quando, per esempio, un bambino copia il padre o il fratello. Enea (Bastianini, ndr) era quello più tranquillo. Ho pensato che potesse superare entrambi“. Ma alla fine, per ironia della sorte, Marc Marquez è entrato in Q2, mentre Maverick Vinales scatterà dalla 13esima piazza.

Il commento di Morbidelli

Parole ancora più dure da Franco Morbidelli nei confronti del pluricampione della Honda. “Non sta a me giudicare se si tratta di un comportamento antisportivo o meno. Per ora, senza dubbio, è un comportamento consentito dal regolamento. Non è una bella cosa da vedere da un otto volte campione del mondo, ma ora lo è e lo fa. Non c’è nulla di cui lamentarsi”. Già venerdì Marc Marquez si era reso autore di un atteggiamento simile. “Mi ha passato esattamente come con Maverick, ieri nelle FP2 sono partito e Marc mi ha preso. Ho visto che non voleva scappare, ma quando sono tornato ai box non l’ha fatto. Non è arrivato in tempo per tornare. Probabilmente oggi, con l’esperienza di ieri, era più sveglio e pronto a rientrare in pit-lane. Questo spiega gran parte dell’astuzia di Marc“.

Il parere degli altri

Valentino Rossi ha preferito limitarsi nei commenti contro lo storico rivale: “Sapete quello che penso“. Invece il campione MotoGP Joan Mir giudica con maggiore filosofia… “È sempre una situazione divertente da vedere da fuori…. A Marc piace giocare e Maverick lo odia, diciamo così. In questa situazione non puoi fare altro che il tuo lavoro. È difficile, ma è quello che è, questa non è una Superpole“. Usa l’arma dell’ironia anche Aleix Espargarò: “Non ho visto cosa è successo tra Maverick e Marc, mi hanno detto. Una cosa è aspettare qualcuno e seguirlo a ruota, l’altra è seguirlo fino al suo camper”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto2 morbidelli sachsenring

Moto2, Italia vincente al Sachsenring solo con Morbidelli. Ed in 250cc…

La Honda RC213V nel test in Catalunya

MotoGP, Alberto Puig: la Honda “total black” resta top secret

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Il Sachsenring è una pista diversa”