ducati motogp

MotoGP, Michele Pirro: “Da 3-4 anni Ducati dietro solo a Márquez”

Cucina, giardinaggio, lavori in casa... Varie attività per gli uomini Ducati. Si pensa anche alla stagione MotoGP. "Consideriamo qualsiasi scenario."

6 aprile 2020 - 11:38

Ducati è una delle fabbriche che per prima ha fermato la produzione, vista la complicata situazione in Italia. Piloti, meccanici, vertici del Ducati Team in MotoGP sono chiusi in casa, collegati tra loro solo tramite conference call virtuali. Difficile pronosticare quando partirà davvero la stagione 2020 (se partirà), ma nel frattempo ci si riorganizza, anche attraverso la playstation. Danilo Petrucci e Michele Pirro in particolare saranno due delle new entry della seconda MotoGP Virtual Race, in programma domenica prossima.

“È dura per tutti” ha raccontato Andrea Dovizioso attraverso il profilo ufficiale della squadra. “Noi personalmente siamo abituati a viaggiare molto. Le prime tre settimane sono state le più difficili, per fortuna però avevamo parecchio da sistemare in garage. Adesso ci stiamo organizzando, anche se non mi è rimasto molto da fare in casa a parte gli allenamenti. Mi aiuta avere da una settimana anche mia figlia in casa. Passiamo tanto tempo assieme, facciamo i compiti… Anche se non sono bravo come insegnante” ha ammesso ridendo.

Danilo Petrucci invece si sta dedicando ai lavori nel giardino di casa dei genitori, in particolare a tagliare l’erba. “Sento di nuovo il due tempi!” ha detto ridendo. Tra le sue attività giornaliere si sta dedicando non solo agli allenamenti di tipo fisico. “Mi sto allenando alla playstation, domenica abbiamo una gara virtuale da disputare.” Ma si lavora anche sulla spalla. “Non ero così a posto alla fine dell’anno scorso, ci sto ancora lavorando.” C’è anche qualche ‘problema di cibo’: “Mia madre prepara sempre tante cose, come se fossimo in 14 in casa!”

“Una situazione davvero strana” anche per il tester Michele Pirro, come i colleghi abituato a ben altri ritmi. “Normalmente saremmo sempre in giro… Ma la salute è la priorità. Una variante sarà disputare la gara virtuale la prossima settimana. Mi sto allenando davvero tanto!” Un commento poi sulla Ducati in MotoGP: “Da 3-4 anni è una moto davvero competitiva, solo Márquez ci è stato davanti.” Allenamenti in casa, ma non solo: “Sto imparando anche a cucinare qualcosa, in particolare la pizza!”

“In questi giorni avremmo dovuto essere ad Austin…” ha commentato poi il Direttore Sportivo Paolo Ciabatti. “Ci auguriamo che finisca presto per tornare ad una specie di normalità, ma sarà una cosa lunga. La fabbrica è chiusa dal 13 marzo, non possiamo produrre nulla.” E la stagione 2020? “Un campionato da una decina di gare è fattibile, viste le circostanze. Ci stiamo però tenendo in contatto anche con gli altri, per capire come muoverci.” Si pesca poi tra i ricordi: “Tante belle gare con Ducati. Tra queste cito la prima vittoria di Dovi con la rossa a Sepang 2016.”

Il Team Manager Davide Tardozzi sta invece facendo ‘preoccupare’ la moglie. “Sto facendo le pulizie e tante altre cose che non facevo prima. Ne è sorpresa” ha raccontato con una risata. Sul lato MotoGP, “Stiamo considerando qualsiasi possibile scenario futuro. Non sappiamo quando partiremo, ma dobbiamo essere sempre pronti.” Non manca un elogio per i tifosi della rossa di Borgo Panigale: “Siamo davvero fortunati. Tutti i piloti ci hanno sempre detto di avvertire un tifo da stadio. Anche negli eventi si crea un’atmosfera pazzesca, sono davvero incredibili.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Repsol Honda è in una situazione difficile”

Jorge Martin Moto2

Moto2: Jorge Martín, il ritorno dopo il Covid. “Ora vincere il più possibile”

rins motogp

MotoGP, Alex Rins cerca la svolta: “Dimenticare Misano, Barcellona è speciale”