MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez operato per la terza volta: intervento durato 8 ore

Marc Marquez si è operato per la terza volta all'omero destro. Il pluricampione MotoGP si è sottoposto ad un intervento a Madrid durato oltre 8 ore.

3 dicembre 2020 - 23:22

Marc Marquez si è sottoposto per la terza volta ad un intervento chirurgico all’omero destro presso il Ruber International Hospital di Madrid. L’operazione è durata oltre otto ore ed è iniziata giovedì mattina presto. Oltre ad inserire una nuova placca, è stato necessario rinforzare l’omero con midollo osseo prelevato dalla cresta iliaca per aiutare la biologia dell’osso fratturato a guarire.

Il comunicato HRC

Alle 23:00 il team Repsol Honda ha diffuso un comunicato stampa ufficializzando l’operazione. “Marc Marquez è stato nuovamente operato a causa della stasi nel consolidamento della frattura, senza progressi con trattamento specifico delle onde d’urto. In questa giornata il pilota è stato ricoverato nell’ospedale Ruber International di Madrid per una pseudoartrosi dell’omero destro. L’intervento è stato eseguito da una équipe preparata dal Dr. Samuel Antuña, Ignacio Roger de Oña, Juan de Miguel, Aitor Ibarzabal e Andrea García Villanueva. L’intervento prevedeva la rimozione della piastra precedente ed il posizionamento di una nuova piastra. Oltre ad un innesto osseo dalla cresta iliaca con un lembo libero cortico-periosteo”.

Stagione 2021 a rischio

Stavolta ad operare Marc Márquez non ci ha pensato il solito dott. Mir. Segno che il Cabroncito e il suo staff forse non ripongono più massima fiducia nel celebre “chirurgo dei piloti”. Da diverse settimane si vociferava la possibilità del terzo intervento, segno che la riabilitazione non ha portato i suoi frutti. Una scelta sofferta ma necessaria, che mette a rischio la partecipazione all’inizio del prossimo campionato MotoGP. Secondo la maggior parte degli specialisti il pilota Honda necessiterà di un periodo di stop di almeno sei mesi. Nel caso la stagione 2021 iniziasse regolarmente a marzo, il campione catalano dovrebbe posticipare ancora l’assalto al nono titolo.

Suo padre Julià Márquez è stato visto all’esterno della struttura con una valigia in mano. Probabile che Marc Marquez necessiti di qualche giorno in ospedale prima di poter tornare nella sua Cervera. A questo punto l’ipotesi Andrea Dovizioso inizia a prendere piede. Lo sponsor Repsol non è per nulla soddisfatto dei risultati raggiunti nel 2020 e in casa Honda bisognerà correre ai ripari. Stefan Bradl non sembra all’altezza di poter raggiungere risultati importanti. L’arrivo del forlivese potrebbe rappresentare la miglior via di uscita da una situazione che rischia di farsi allarmante.

1 commento

corsedimot_15035767
11:11, 4 dicembre 2020

Mi auguro che Marc intenti una causa milionaria al Dr. (?) Mir che è l’UNICO responsabile di questo disastro. Infatti, anche uno studentello di medicina al primo anno, sa che una piastra fissata ad un lato di un osso, sottoposto ad enorme sforzo come l’omero, non può minimamente sopportare tale sforzo. Doveva prescrivere uno stop non solo alle gare ma anche ad ogni tipo di allenamento, fino alla completa formazione del callo osseo. Ha rovinato il miglior pilota del momento che, ammesso che ritorni a gareggiare, non sarà più quello di prima.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, spostamenti tecnici da e verso il box di Marc Marquez

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò e la convivenza con Marc Marquez

bendsneyder moto3 motogp

MotoGP: le beffe dell’ultimo giro, o addirittura degli ultimi metri