Marc Marquez

MotoGP, Marc Márquez al bivio: “Momento importante, ora dobbiamo scegliere”

Marc Márquez al lavoro su due prototipi diversi nella prima giornata di test MotoGP a Jerez. Il Campione del Mondo riporta una caduta alla curva 13.

25 novembre 2019 - 21:14

Marc Márquez, ironia della sorte, cade nella curva intitolata a Jorge Lorenzo a Jerez. Nella prima giornata di test MotoGP in territorio andaluso, il campione registra una caduta che lo spinge ad accertamenti al Centro Medico. Fortunatamente nulla di grave, ma grande lo spavento per la sua spalla. “La caduta è stata un mio errore. Sono andato largo, sembrava bagnato anche se era asciutto. Nonostante non andassi veloce ho perso la traiettoria. Quando ho raggiunto la ghiaia non ero in una buona posizione e avevo una sublussazione alla spalla destra“.

EVOLUZIONE HONDA IN DUE DIREZIONI

Fortunatamente i medici del circuito di Jerez gli hanno assicurato che era tutto a posto. Ma un incidente più o meno simile fu la causa delle ricorrenti lussazioni che lo hanno portato ad operarsi lo scorso dicembre. Sesto crono alla fine della prima giornata di test, con un ritardo di oltre 1″ da Viñales. “Avevo tre moto nel box. Una era del 2019, le altre due hanno avuto la prima evoluzione del nuovo motore e un telaio diverso. Stiamo cercando di scoprire qual è il modo giusto per sviluppare la moto – ha sottolineato Marc Márquez -. Soprattutto qui a Jerez stiamo valutando il telaio, questa parte della stagione è molto importante, quindi dobbiamo rimanere concentrati. La Honda è una moto difficile. Abbiamo due percorsi diversi davanti, due concetti diversi. In questo momento ci sono grandi punti positivi e altri altrettanto negativi“.

Il fenomeno di Cervera ha dovuto accelerare il programma di lavoro per via del maltempo previsto per domani. Sebbene il time attack non fosse la priorità, risulta evidente il buon lavoro svolto dai tecnici Yamaha e Suzuki. “Qui sono molto veloci… Il fatto che ho provato entrambe le moto oggi è dovuto alle previsioni del tempo, che non è così buono per domani. HRC ha quindi deciso di testare i due prototipi il primo giorno. Non so quale sia il piano per il secondo giorno“. Nel primo giorno di test a Jerez per la prima volta si è ritrovato Alex Márquez nello stesso box. “È un debuttante e ci siamo scambiati opinioni solo ora, perché durante il giorno del test ci siamo concentrati sul nostro singolo lavoro. Perseguiamo programmi diversi. Mentre lui sta ancora cercando di conoscere la MotoGP, io sto testando le moto – ha concluso Marc Márquez -. Oggi era solo 1,2 secondi più lento di me, quindi devo continuare a spingere“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco: “Dopo l’addio di Lorenzo il vento è cambiato”

MotoGP, Fabio Quartararo e Maverick Vinales

MotoGP, Yamaha mea culpa: “Sull’elettronica abbiamo sbagliato”

tony arbolino mugello 2019

Tony Arbolino, la vittoria al Mugello diventa un tatuaggio