MotoGP, Luca Marini

MotoGP, Luca Marini eredita il team di Valentino Rossi: “Volevo i migliori”

Nella stagione MotoGP 2022 Luca Marini erediterà alcuni "pezzi da novanta" del team di Valentino Rossi. Alla telemetria ritrova una vecchia conoscenza.

10 dicembre 2021 - 8:21

Luca Marini eredita dal fratello Valentino Rossi il capotecnico David Munoz, sarà lo spagnolo a traghettare il 24 enne pesarese nella sua sua seconda stagione in MotoGP. Il team Ducati VR46 gli fornirà materiale e personale di primo livello, a cominciare dalla Desmosedici GP22 simile a quelle in dotazione a Bagnaia, Miller, Martin e Zarco. Dal team potrà contare sul massimo supporto: “Volevo le persone migliori. Ho un ottimo rapporto con tutti i miei meccanici. Li conosco molto bene e abitiamo tutti vicino a Tavullia. È bello vederli anche fuori dalla pista“.

Il primo approccio tra Munoz e Marini è stato nel test IRTA di Jerez. Ma il tecnico iberico è una presenza quasi storica, lo conosce bene Pecco Bagnaia con cui ha vinto il titolo Moto2 nel 2018 con lo Sky Racing Team VR46. “Penso che sia uno dei migliori capi squadra del paddock. Lo volevo davvero perché non ho mai avuto la possibilità di lavorare con lui – ammette Luca Marini -. Penso che siamo due buone menti che cerchiamo di mettere insieme per ottenere buoni risultati“. A fare da coach ci sarà invece Idalio Gavira che ha lavorato con Valentino Rossi dopo le dimissioni di Luca Cadalora alla fine del 2018 dopo tre anni insieme.

Nella stagione MotoGP 2022 potrà contare anche su un tecnico con cui ha già collaborato nella sua militanza in middle class. Si tratta dell’ingegnere elettronico Daniel Vilar Casal, chiamato ad un compito difficile. La centralina Magneti Marelli è un mondo totalmente nuovo rispetto alla Moto2. “Sicuramente deve capire tante cose diverse in MotoGP. Deve imparare molto, ma capisce molto bene lo stile di un pilota, può analizzare molto bene i dati e darmi consigli su quali aree e come posso migliorare. Per una persona che non ha mai guidato la moto, è davvero bravo. Ha talento“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

prustel dupasquier moto3

Moto3: PrüstelGP apre il 2022 nel ricordo di Jason Dupasquier

cfmoto prustelgp moto3

Moto3 2022, ecco i colori del progetto CFMoto Racing PrüstelGP

MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, esclusiva Pernat: “Bastianini ha un solo obiettivo”