martin motogp

MotoGP, Jorge Martín se la ride: “Ho capito subito che non era pole…”

Jorge Martín brilla ancora in qualifica, ma non si vede da vittoria. E su Márquez: "Mi ha cercato la scia da subito, è un segnale."

28 agosto 2021 - 17:52

Ha rischiato seriamente di piazzare la terza pole position consecutiva, ma il giro gli è stato tolto per un vistoso taglio in curva 8. Jorge Martín continua a confermarsi al vertice, velocissimo sul giro secco, ma non si vede troppo in alto in gara. Nello specifico, il rookie Pramac Ducati cita parecchi piloti davanti a lui in lotta per la vittoria, ma non esclude la possibilità di riuscire ad agguantare un gradino del podio. Da tenere d’occhio anche una condizione fisica non ancora perfetta, che spera non condizioni troppo la sua corsa…

“Nelle FP4 sono uscito con gomme usate mentre tutti avevano le nuove, ma il ritmo è stato buono. Mi sto abituando alla moto, manca ancora un po’ di esperienza ed è ciò su cui ho lavorato nelle ultime libere. Ma in passato sono stato rapido qui.” Jorge Martín è decisamente fiducioso in vista della corsa di domenica. Parlando poi delle qualifiche, “Pensavo di riuscire a conquistare un buon piazzamento. Márquez era davanti, quindi era una bella occasione per l’ultimo giro. Ma ho capito fin dall’inizio che il mio tempo non era valido per la pole position… Scattiamo però da un bella posizione e possiamo lottare per il podio domani.”

Certo l’abbiamo visto al parco chiuso mentre rideva e scherzava con i suoi uomini, quando il suo crono non era ancora stato tolto. Prima che la classifica venisse corretta, assegnando a Pol Espargaró la pole position. L’alfiere Pramac se la ride. “Appena sono arrivato ho detto ‘Non è pole, controllate e lasciatemi tornare al box'” ha dichiarato. Ma è rimasto in ogni caso, visto che comunque ha chiuso come miglior pilota di un team indipendente. “È stato bello trovarmi lì con Pol, Pecco e Fabio, se la ridevano perché davvero non era proprio possibile fare quel tempo viste le condizioni. Ma siamo vicini, siamo competitivi ed è stato divertente.”

Ma non è tutto così semplice a livello fisico. “Questo fine settimana sembra quello di Assen, preoccupante visto che mi sono ritirato… Dobbiamo lavorare sulla condizione fisica, mi manca un po’ di forza ai muscoli: speriamo non sia un problema per domani.” Sottolinea ancora la soddisfazione per la quarta piazza, ma non si vede troppo in alto. “Sono veloce sul giro secco, ma non sono da vittoria” ha precisato. “Fabio è davanti, poi ci sono Pecco, Aleix, Marquez, Miller, Pol…”

“Noi forse potremo pensare al podio, ma può darci che ci sia qualche difficoltà in più nei giri finali.” Ma certo sta attirando l’attenzione di tutto il paddock MotoGP per una stagione già notevole. Ricordiamo sempre che è un rookie e che ha saltato svariate gare per un infortunio importante. “Sto progredendo adeguatamente” ha sottolineato. Indicando anche che “Oggi Marc Márquez è venuto a cercarmi la scia fin dall’inizio del turno. Credo che questo sia un segnale… Alla fine ha fatto anche un gesto come per ringraziarmi. Chiedetegli poi com’è andata!” ha concluso scherzando.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha