MotoGP, Jorge Martin

MotoGP, Jorge Martin avvisa Jack Miller: “Voglio il team factory”

Jorge Martin ha chiuso la sua prima stagione MotoGP con una vittoria e tre podi. Due gli obiettivi 2022: la top-5 finale e un posto nel team Ducati factory.

16 dicembre 2021 - 8:49

Evento di lancio a Jerez con la nuova Ducati Panigale V4S, vacanza a Punta Cana, week-end da spettatore di Formula 1 ad Abu Dhabi. Dopo la sua prima stagione in MotoGP Jorge Martin è un vulcano di sensazioni. Nessuno si sarebbe aspettato una vittoria, tre podi e quattro pole position nell’anno da rookie. Borgo Panigale ha avuto fiuto e tatto per strappare il madrileno dalle maglie della KTM e gli ha affibbiato da subito una Desmosedici factory. Sicuramente ha imparato tanto il pilota Pramac, l’incidente di Portimao lo ha costretto a saltare quattro Gran Premi, è rientrato in forma fisica ancora precaria a Barcellona.

L’infortunio di Portimao

Il vero exploit dopo la pausa estiva, con la prima vittoria al Red Bull Ring seguita dal 3° posto. E finale di stagione MotoGP ancora sul podio, conquistando il titolo di “Rookie of the year” ai danni del compagno di marca Enea Bastianini. “Difficile aspettarsi una stagione così. In Moto3 e Moto2 sono sempre andato forte, ma non mi aspettavo di andare così bene in MotoGP da subito. Poi ho subito un infortunio – sottolinea Jorge Martin a ‘La Gazzetta dello Sport’ -, sono riuscito a riprendermi e a tornare più forte“. Adesso è tempo di rimuovere alcune placche prima di rimettersi in sella e prepararsi per la seconda annata MotoGP: “Mi devo operare, dovrò fare un po’ di riposo e poi a fine dicembre inizierò ad allenarmi per essere in forma per il prossimo anno“.

Obiettivo factory

Le prime tappe del 2022 saranno fondamentali per il futuro. In ballo c’è una sella per il team factory, ha messo nel mirino Jack Miller, ma le sirene del mercato potrebbero attirarlo verso altri lidi. “L’obiettivo è finire tra i primi cinque nel 2022, sarebbe bello lottare per la top-3 o la top-5. Con questi risultati a fine anno possiamo lottare per bei traguardi“. Il prossimo step è entrare nel box ufficiale, solo da lì sarà possibile prendere il volo verso il titolo iridato. “Il mio obiettivo è essere campione del mondo Ducati e per questo devo passare al team ufficiale. Speriamo nel 2023 di essere in quel team“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

1 commento

Originals
11:00, 16 dicembre 2021

Spero che non si smonti la testa. Poi vorrei Miller in superbike, tanto con Bautista non vanno lontano. Costi anche, Jack e un spettacolo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

prustel dupasquier moto3

Moto3: PrüstelGP apre il 2022 nel ricordo di Jason Dupasquier

cfmoto prustelgp moto3

Moto3 2022, ecco i colori del progetto CFMoto Racing PrüstelGP

MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, esclusiva Pernat: “Bastianini ha un solo obiettivo”