MotoGP Jorge Martin

MotoGP, Jorge Martin avvisa Ducati: “Sono realista, voglio il team factory”

Jorge Martin punta al team Ducati factory per la stagione MotoGP 2023. Un chiaro messaggio all'azienda di Borgo Panigale in vista del mercato piloti.

10 gennaio 2022 - 8:18

Tra Ducati e Jorge Martin è stato amore a prima vista. Nell’esordio in MotoGP con livrea Pramac Racing ha già conquistato la sua prima vittoria, tre podi e quattro pole position. Nel 2022 proverà a mettere la freccia per il sorpasso verso il team factory, non vuole perdere tempo. Nonostante il grave infortunio di Portimao, che lo ha costretto a un triplice intervento chirurgico, non ha perso fiducia. Ritornato in sella alla Desmosedici GP21 ha dimostrato di che pasta è fatto, ripagando la fiducia di Borgo Panigale, che gli ha messo tra le mani una moto factory senza pensarci due volte.

La scelta della Ducati

Del resto Jorge Martin aveva tante offerte sul tavolo insieme a quella Ducati. Ma insieme al suo manager Albert Valera ha preferito il team italiano, dove il modo di lavorare è abbastanza differente rispetto alle fabbriche giapponesi. “La differenza principale nei team risiede nella nazionalità di chi ci lavora. Dipende se sono giapponesi o italiani o di altri posti – racconta a The-Race.com -. Ma è bello lavorare con gli italiani, perché sono molto veloci e hanno sempre buone soluzioni. Forse non sempre buone, ma veloci, ed è importante provare le cose ed essere preparati per ogni situazione… Penso che lo stile italiano sia più simile allo spagnolo, più mediterraneo, più affettuoso con le persone e si adatta di più al mio tipo di personalità“.

Obiettivo team factory

Tra il pilota madrileno e il suo team è nata subito una grande intesa, tanto da aver trascorso le vacanze natalizie con la sua squadra a Punta Cana. Insieme a Fonsi Nieto è poi volato ad Abu Dhabi per assistere all’ultima gara di Formula 1. La vera svolta è avvenuta dopo la pausa estiva, una volta smaltiti i postumi dell’infortunio. “La prima vittoria di Pramac in 25 anni… Mi sentivo una rock star in quel periodo dell’anno!“. Cosa possiamo aspettarci nella prossima stagione MotoGP? “Se facciamo un’0ttima preseason, se riesco a capire un po’ meglio la moto, se riesco a concentrarmi un po’ di più sul mio stile, allora possiamo lottare per i primi cinque. Sono realista, l’obiettivo è di essere nel team ufficiale entro il 2023“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”