MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller: “Nessun dialogo con Joan Mir dopo la gara”

Jack Miller ripercorre l'ultima gara MotoGP a Doha. Dal problema all'avambraccio destro alla bagarre con Joan Mir, fino al feeling con la Ducati.

10 aprile 2021 - 13:59

Jack Miller era partito con i favori del pronostico dopo i test MotoGP, ma nel doppio Gran Premio non è andato oltre il 9° posto. Forte di una Ducati GP21 che sicuramente è cresciuta di cavalli, adesso serve compiere un ulteriore step. Per proseguire al meglio la stagione 2021 ha deciso di operarsi all’avambraccio destro per una sindrome compartimentale. A Portimao forse non sarà al top, ma l’intervento era necessario per mettere fine ad un fastidio che si trascinava da tempo.

Querelle con Mir e sindrome compartimentale

Nel GP di Doha l’australiano è balzato alle cronache per la bagarre con Joan Mir e quel tocco sospetto al 13° giro. “Avevo appena fatto il giro più veloce nel giro prima ed ero 5° e poi mi trovo con (Joan) Mir due volte nello stesso giro. Prima di allora, c’erano stati alcuni contatti ma era solo il modo in cui andava la gara, un po ‘di contatto qua e là“. La Direzione Gara ha deciso di non intervenire, ritenendo involontaria la manovra del pilota Ducati. “Entrambi abbiamo visto cosa è accaduto, abbiamo continuato a correre, non ho niente da aggiungere… Non ne ho parlato con lui dopo la gara. Ci siamo guardati nel giro di rallentamento e ho detto che era così che andava la gara, più o meno. A parte questo, non abbiamo parlato“.

Negli ultimi quattro giri Jack Miller ha avvertito un dolore lancinante e mancanza di sensibilità all’avambraccio. Anche nella prima gara aveva avvertito il solito problema, da qui la decisione di volare a Barcellona dal dottor Xavier Mir. Nei giorni scorsi Ducati ha continuato a lavorare sulla MotoGP per sistemare alcuni dettagli e migliorare la gestione delle gomme. “La moto è veloce e ho solo bisogno di fare un lavoro migliore. Non vedo l’ora di tornare in pista e correre qualche altra parte, il che è positivo perché è quello che abbiamo in programma. Portimao è la prossima tappa“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller sulla Ducati GP21

MotoGP, holeshot Ducati: nessuno provi a vietarlo!

bestia martin maro sava motogp

MotoGP, rookie a confronto: Bastianini, Martín, Marini e Savadori dopo 4 GP

MotoGP, Pecco Bagnaia e Luca Marini

MotoGP, ‘arm pump’: i commenti della VR46 Academy