motogp catalunya

MotoGP, Jack Miller ci scherza su: “Márquez? La prima scia è gratis…”

Fabio Quartararo in pole position, Jack Miller e Johann Zarco subito a seguire. Ecco le parole dei piloti in prima fila per il GP di Catalunya.

5 giugno 2021 - 17:49

Ennesima pole position (la quinta consecutiva) per Fabio Quartararo, ma ci sono due Ducati in prima fila, ovvero Jack Miller e Johann Zarco. L’alfiere Monster Yamaha sembra davvero aver trovato la sua dimensione in sella alla M1 ed è pronto per assicurarsi un nuovo successo, bissando il risultato del 2020 in Catalunya. Ma le rosse cercheranno certo di dargli filo da torcere, augurandosi entrambi che l’attuale leader MotoGP non abbia anche qualche altro asso nella manica da tirare fuori al momento opportuno durante la corsa.

Quartararo: “Bene sia con la media che con la hard”

Come detto, Fabio Quartararo continua ad ‘accumulare orologi’ ed a porsi costantemente come l’uomo da battere. L’attuale leader MotoGP certamente punterà ad un nuovo successo, ed il ritmo visto oggi certamente ci dice che bisogna fare grande attenzione. La promozione nel team factory e l’equilibrio raggiunto rispetto all’anno scorso sono davvero una marcia in più per il pilota francese. “Oggi abbiamo provato sia la media che la hard ed entrambe sono andate bene” ha sottolineato. Aggiungendo che “Dobbiamo ancora scegliere quale può andare meglio in gara, al momento è un punto di domanda.” Ricorda poi che “L’anno scorso abbiamo pensato a vincere con soft-soft, ma da dire che adesso le gomme sono diverse. Vedremo domani nel warm up: cercheremo di fare anche parecchi giri con la hard. Con la media abbiamo già provato ed abbiamo visto che il ritmo è buono. Al momento direi che le gomme sono abbastanza facili da scaldare, forse anche troppo. Sarà anche questa una cosa da tenere d’occhio.”

Miller: “Fabio ha un extra in gara? Spero di no!” 

“È stata una giornata movimentata” ha ammesso Jack Miller in conferenza stampa a fine giornata. “Non sono riuscito a fare quello che avrei voluto al mattino e ci siamo ritrovati in Q1. Ho fatto quello che dovevo, poi in Q2 sono andato bene almeno con una gomma, finché non c’è stata la caduta… Non il massimo, sono finito a terra in un punto abbastanza veloce.” Sottolinea anche che “Il livello di grip è migliorato un pochetto, nelle ultime libere poi ho completato un run di 17 giri e non è andata male. Anche se non sono riuscito a raggiungere mai un 1:49 come Fabio…. Domani servirà un extra, ma per il momento siamo soddisfatti.” Riguardo al rivale, “Fabio ha un extra per domani? Ma spero di no!” è la risposta. “Comunque noi dobbiamo andare calmi e fare il massimo domani, limitando il più possibile il problema di gomme. Intanto dovrò partire bene, poi vedremo.” Non manca una battuta anche sul traino offerto a Marc Márquez. “La prima scia di giornata è gratis…” ha sottolineato Miller col sorriso. “Ma la cosa più importante che ho imparato col tempo è che devo pensare prima di tutto al mio lavoro. Se poi qualcuno vuole seguire che problema c’è.”

Zarco: “Devo imparare a fare senza scia…” 

La seconda Ducati in prima fila è quella guidata da Johann Zarco, che continua a mostrare un buon feeling in sella alla Desmosedici. Anche se manca ancora qualcosa. “Nel complesso è stato un buon turno” ha dichiarato. “Con la prima gomma le sensazioni erano ottime e ho spinto. Con la seconda gomma invece ho pensato alla strategia, seguendo anche altri piloti…” Accodandosi infine a Brad Binder. “Era abbastanza veloce, l’ho seguito per cercare di compensare con quello che mi mancava.” Ma ammette anche che “Il mio livello si sta alzando ma ancora mi manca qualcosa. L’obiettivo sarà imparare presto a fare tutto da solo.” In questo sabato però non è del tutto soddisfatto. “C’è un po’ di frustrazione, non c’è stato lo step in avanti che mi sarei aspettato. Nelle FP4 non sono riuscito a seguire Fabio, non solo per un problema di grip al posteriore ma per una combinazione di cose. Ho visto che anche senza questo passo avanti posso essere competitivo, ma cerco qualcosa in più.” Sul connazionale, “Sembra avere meno problemi, ma vedremo domani. Tutto dipenderà anche dalle gomme.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò prova diversamente: “Copierò Marc Marquez”

matsuyama moto3

Moto3: Honda Team Asia a tre punte ad Assen, si rivede Matsuyama