MotoGP Takeo Yokoyama

MotoGP, Honda e Marc Marquez: la rivoluzione è già in atto

Honda sta lavorando sul feedback di Marc Marquez per pianificare la moto della prossima stagione MotoGP. Takeo Yokoyama preannuncia un nuovo motore, ma non sarà solo potenza.

16 agosto 2021 - 18:40

Il talento di Marc Marquez non basta più per compensare le lacune tecniche della Honda RC213V. Anche questa stagione MotoGP si sta rivelando disastrosa per la Casa dell’Ala dorata, ma si lavora già a pieno organico per il prototipo 2022. Sarà vietato sbagliare, soprattutto dopo avere investito tanto sul fuoriclasse di Cervera fino al 2024. La crisi tecnica è in corso dallo scorso anno, a cominciare dalla prima gara, quando il Cabroncito ha riportato quel terribile infortunio a Jerez, che lo ha tenuto KO per tutto il 2020 fino al GP di Portimao dello scorso 16-18 aprile.

Un vuoto incolmabile per gli ingegneri HRC e su cui sono all’opera. “Ho chiesto di più, la moto non è pronta per vincere“, ha reclamato Marc Marquez nel weekend austriaco. Nel corso di una conferenza stampa tecnica al Red Bull Ring, il direttore tecnico Takeo Yokoyama ha promesso che la moto del prossimo Mondiale sarà all’altezza delle aspettative. “La prima parte del 2021 è stata difficile e non come volevamo. Siamo la Honda, il nostro obiettivo è essere sempre al top, dove eravamo in passato. E siamo partiti con quello stato d’animo, ma non ci siamo arrivati ​​in questa prima parte della stagione“.

Un cambiamento in atto

Non si va alla ricerca di semplici risultati in questa stagione MotoGP, ma anche di nuove componenti che rappresentino la base per il prossimo cavallo di battaglia. A cominciare dall’elettronica fino a nuovi stili di guida da parte dei piloti. Il segreto sta nell’adattare la moto alla nuova gomma posteriore Michelin introdotta nella passata stagione. “Il feedback di Marc è molto importanteCi ha dato molte nuove idee che dovrebbero arrivare nella seconda parte della stagione, quindi continuiamo a lavorare così“.

Occhi puntati sul nuovo motore dopo due anni di congelamento dovuto all’emergenza Covid. “Quello che possiamo provare con il motore del prossimo anno è fare un cambiamento più drastico rispetto agli anni precedenti – ha sottolineato Yokoyama -. Non voglio perdere velocità di punta, ma migliorare la frenata, l’ingresso di curva e a centro curva, l’accelerazione e la trazione. Questo è il nostro obiettivo per il prossimo anno“. E per allora Marc Marquez, ancora alle prese con problemi al braccio destro, sarà sicuramente in una forma fisica smagliante…

1 commento

corsedimot_15035767
7:57, 17 agosto 2021

Speriamo davvero che Honda e Marc ce la facciano, perchè vedere vincere un titolo da Quartararo, Bagnaia, Milller & C. farebbe perdere un bel po’ di interesse nella MotoGp!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”