MotoGP, Francesco Guidotti

MotoGP, Guidotti saluta Campinoti: “Sarà felice se riuscirà a battermi”

Francesco Guidotti dal 1° gennaio passerà in KTM. Nella prossima stagione di MotoGP l'ex team Pramac di Paolo Campinoti sarà uno dei diretti avversari.

20 dicembre 2021 - 22:26

Francesco Guidotti ha stravolto i piani invernali di Pramac Racing al termine del campionato MotoGP. Il suo passaggio in Red Bull KTM costringe Paolo Campinoti a rivedere l’organizzazione del team. Ad oggi nessun annuncio ufficiale per decretare chi sarà il suo sostituto, ma tutte le strade sembrano portare a Fonsi Nieto. Per il tecnico toscano e la squadra satellite Ducati sono stati dieci anni di collaborazione intensa, con grandi risultati.

Nella stagione 2021 ha lavorato al fianco di Jorge Martin e Johann Zarco. Il primo si è confermato miglior rookie e ha stupito i vertici di Borgo Panigale. Il francese sembrava tra i candidati al titolo MotoGP prima della pausa estiva, poi ha subito una fase calante. “A volte Johann si perde“, ha detto Francesco Guidotti a Speedweek.com. “Ma questa è una caratteristica di molti piloti che sono in griglia… hanno difficoltà a mantenere il livello alto per tutta la stagione. Il pilota che può farlo di solito vince il campionato del mondo“.

Dal 1° gennaio il team manager sarà a tutti gli effetti un tecnico KTM. Volerà in Austria per iniziare a collaborare con gli ingegneri a Mattighofen. Proverà a gettare le fondamenta di un futuro glorioso, il suo ex team Pramac dal prossimo Mondiale MotoGP sarà uno dei diretti avversari. “Certo che è triste che me ne vada. Ma Campinoti è intelligente e capisce che dopo dieci anni cercavo una nuova sfida. Abbiamo un rapporto molto amichevole e speciale. Niente lo cambierà – assicura Guidotti -. E ovviamente sarà felice se riuscirà a battermi in ogni singola gara. Certo è triste. Lo sono anche io. Perché Pramac è un team speciale in cui ho lavorato per dieci anni“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”