Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo parla da pilota Yamaha factory

Fabio Quartararo esordisce con i colori Yamaha factory in un video pubblicato sui social. L'obiettivo per il 2021 è lottare per il titolo MotoGP.

1 gennaio 2021 - 14:12

Yamaha è partita subito in pole position, quantomeno sui social network. Dopo il video di Valentino Rossi con Petronas SRT, ecco pubblicato anche quello di Fabio Quartararo con il team factory. La casa di Iwata ha deciso di puntare sul 21enne francese già dallo scorso inverno, quando l’ex rookie MotoGP aveva collezionato sette podi e sei pole position.  Nella sua ultima stagione con il team satellite ha collezionato ben tre vittorie, non sufficienti per aggiudicarsi il titolo mondiale essendo mancata la costanza dei risultati.

Lin Jarvis & co. ringiovaniscono la line-up piloti e proveranno a dare l’assalto al trono della classe regina dopo un’astinenza quinquennale. Impresa non certo facile, se si considera che Yamaha dovrà trascinarsi il problema ai motori per un altro anno, senza possibilità di poter agire decisamente sulla velocità di punta. La voglia di cambiare è enorme e lo dimostra la tempestività dei suddetti video sui canali ufficiali. Fabio Quartararo è comparso con una felpa della casa giapponese, in collegamento dal salotto di casa sua. “Ciao a tutti e buon anno. È la prima volta che vi parlo da pilota ufficiale Yamaha. Ho passato molto tempo in attesa di questo momento, voglio davvero iniziare la prossima stagione con il team Monster Energy Yamaha. Il mio obiettivo per il 2021 sarà lottare per il campionato, provare a portare la Yamaha al top,  farò del mio meglio per esserci“.

Prima di mettersi in sella alla nuova YZR-M1 dovrà attendere un mese e mezzo (19-21 febbraio). Solo allora potrà tornare in pista per il primo test MotoGP invernale, probabilmente sul circuito di Sepang. Nel frattempo ‘El Diablo’ si gode l’affetto di amici e parenti, allenandosi con la moto da cross e godendosi il suo nuovo tatuaggio sul braccio destro. Quell’esperienza del 19 luglio 2020, data della sua prima vittoria, dovrà essere la prima di una lunga serie. “Sognavo da molti anni di vincere una gara della MotoGP e ce l’abbiamo fatta”, ha commentato Fabio accanto all’immagine del suo tatuaggio. “E’ un momento che ricorderò per tutta la vita“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Irene Aneas, per comunicare ci vuole sensibilità

moto guzzi motomondiale

MotoGP, la storia: Moto Guzzi, pochi anni ricchi di titoli mondiali

MotoGP, Igora Drive

MotoGP, calendario 2021 e l’ombra della WADA sull’Igora Drive