MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, Enea Bastianini: il futuro nelle mani di Valentino Rossi?

Il futuro di Enea Bastianini in MotoGP dipenderà dalle scelte del team VR46 di Valentino Rossi. In ogni caso il rookie romagnolo resterà legato a Ducati.

9 maggio 2021 - 8:33

Luca Marini ed Enea Bastianini hanno un contratto di un anno più una opzione per il secondo con Ducati. Presto alcuni scenari dei team satelliti della MotoGP cambieranno, con Esponsorama Avintia che abbandonerà la classe regina. Al suo posto il team Aramco VR46 di Valentino Rossi che al momento oscille tra la casa di Borgo Panigale e Yamaha. Se Marini ha un posto assicurato in ogni circostanza, diverso il destino del campione Moto2. Fatto sta che Ducati vuole tenerlo con sé ad ogni costo, quindi ogni contratto dovrebbe includere l’opzione ‘Bastia’.

Enea Bastianini non appartiene alla VR46, quindi la squadra del Dottore dovrebbe accettare di schierarlo tra le proprie fila. Una trattativa non semplice… “Non lo so, difficile dirlo al momento. VR46 e Gresini sono vicini alla Ducati. Non so in che posizione mi troverò in futuro – ha ammesso il pilota romagnolo -. Bisognerà aspettare. Credo che le cose andranno bene, sarà più chiaro in una gara o due“. In Ducati non escludono neppure l’ipotesi di poter schierare 8 Desmosedici nella prossima stagione MotoGP e a quel punto Enea avrebbe vita facile. Ma Gresini Racing sembra più vicina ad un accordo con Aprilia, un affare fortemente voluto anche da Aleix Espargarò.

Futuro tranquillo per Marini

Al momento resta a guardare cosa succede con le mani legate, ma il costruttore emiliano ha assicurato massima fiducia al rookie. “Sono fiducioso di poter continuare con la Ducati, anche se non so con quale squadra. Mi piace questa moto e qui vedo il futuro. Al momento non so niente. Valuterò le opzioni, ma il mio obiettivo è continuare con la Ducati“, ha aggiunto Enea Bastianini. Può dormire sonni più tranquilli, invece, Luca Marini, che fa parte del gruppo VR46 ed ha quindi una sella assicurata in qualunque finale di trattativa. Entro il mese di maggio sapremo con chi si legherà la nuova formazione di Valentino Rossi.

Nel 2021 la Desmosedici GP sta dimostrando di potersela giocare alla pari con i colossi giapponesi. Il top dell’ambizione per Luca Marini sarebbe quello di poter saltare in sella ad una moto factory nella stagione MotoGP 2022. Da qui al prossimo anno potrebbe contare su una stagione di apprendistato con il prototipo di Borgo Panigale. “La Ducati è una moto completa, molto forte. Vorrei continuare con loro – ha ammesso il vicecampione Moto2 -, penso che ci sia una possibilità per il mondiale“. Non resta che attendere Le Mans o il Mugello per gli annunci ufficiali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

michelin motogp

MotoGP: Michelin, una gamma più ampia per il ritorno alla Cattedrale

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso… sarà un mercoledì davvero speciale!

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: l’idea del ritiro per “vergogna”